VOLLEY B/m – Galatina sul velluto. Tutto facile con Avellino e tre punti in tasca

I ragazzi di Stomeo portano a casa il successo senza patemi e salgono al terzo posto in classifica

Non doveva essere una gara ad alti contenuti agonistici quella tra la compagine locale e gli ospiti della nuova Olimpica Avellino: e così è stata. Tanto meno sul versante tecnico dove la caratura del Galatina di mister Stomeo, finalizzata per obiettivi d’alta quota, ha sopravanzato il team guidato dal tecnico Amodeo, in lotta per la permanenza in serie B.

Si sa, quando il valore dei contendenti apre una forbice troppo ampia a favore dell’altra squadra, allora diventa difficile esprimersi su buoni livelli: subentra la certezza di portare a casa una tranquilla vittoria, si abbassa l’intensità di concentrazione, aumentano gli errori.

Le formazioni in campo sono quelle previste: la squadra salentina replica il sestetto base inserendo il libero Apollonio al posto dell’infortunato Pierri, comunque in panchina. L’Avellino si affida al palleggiatore Gaetano in opposizione a Cefariello, ai due laterali Monda e Santosuosso, ai centrali Vetrano e Malanga e alla regia difensiva di Dello Buono.

L’eccessiva baldanzosità degli avversari ha retto nel set di apertura, per mano dell’opposto Cefariello che ha contenuto i distacchi mettendo a terra sette palloni, nonostante i punteggi premiassero i salentini (15-8,21-16) che hanno risposto con cinque attacchi punto di capitan Buracci.

Nella seconda frazione prese le misure sul mancino avellinese, è bastato un muro granitico di Musardo su Cefariello a bagnargli le polveri e a togliergli le certezze con uno score che ha segnato 8-3 e 19-6 per Efficienza Energia. Una serie di errori e di falli dalla seconda linea lo relegano in panchina, senza alcun punto realizzato, a vantaggio di Famoso che viene prontamente disarmato da un muro-cielo di Torsello.

Poi è il turno di Lotito a prendersi la palma di miglior realizzatore ( 5 punti) del secondo set con due pipe, un ace e due schiacciate in diagonale, per un 23-8 che vede l’ingresso in campo di Mattia Lezzi in sostituzione di Musardo. Saranno due errori avversari, di Monda e Gaetano, a chiudere il secondo set a vantaggio dei salentini per 25-9.

Senza storia anche la terza frazione. Il ritorno dell’opposto titolare nelle file ospiti non cambia di una virgola l’andamento della gara: il muro di Lotito al primo attacco di Cefariello è una vera doccia fredda per tutta la squadra ospite, reiterato poi anche da Musardo per il 9-3 che disinnesca gli attacchi avellinesi fino ad un 17-8 quasi narcotizzante.

Alla fine del set solo tre punti per l’opposto di mister Amodeo, che comunque sarà il più prolifico dei suoi con 10 punti, mentre Maiorana è il miglior realizzatore del parziale con quattro palle punto.

Il via ai cambi nella squadra di casa lo dà Lezzi rilevando Musardo, seguito dalla diagonale Parisi- Buracci che lascia spazio a Nicolazzo-De Lorentis, autori rispettivamente di uno e tre punti che chiudono l’incontro per 25-15.

QUI RISULTATI E CLASSIFICHE.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati