Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY C/m – Playoff, fine dei sogni per il Casarano: Triggiano si impone anche nel ritorno

Il sogno del Casarano di poter centrare il salto di categoria si è infranto sul muro del Trivianum Volley che si è imposto anche nella gara di ritorno dei quarti di finale: quando il tabellone della palestra di via Dattoli ha segnato, nel quarto parziale, il
punto numero venticinque in favore dei locali si sono definitivamente spente le speranze di rimonta dei tantissimi tifosi casaranesi giunti in terra barese per spingere Anastasia e co. verso un’ardua impresa.

La brutta sconfitta rimediata nel match di andata aveva già compromesso le possibilità di passaggio del turno per il Casarano che, per poter accedere alle semifinali, era chiamato ad espugnare il campo del Triggiano con il massimo scarto nel punteggio (3-0 o 3-1) o, comunque, ad ottenere una vittoria al tie-break per poi giocarsi il tutto per tutto all’eventuale golden set.

Purtroppo anche la gara di ritorno ha visto lo stesso canovaccio di quella giocata solo quarantotto ore prima: una partenza sprint da parte dei rossazzurri che, anziché trarre beneficio dal vantaggio iniziale, sono incredibilmente usciti dal campo subendo la reazione e la conseguente rimonta da parte della forte formazione barese. Mister De Vitis ha deciso di
affidarsi, anche per la gara di ritorno, al sestetto già sceso in campo in gara uno lanciando, nuovamente, dal primo punto il neo-arrivato Castellano affiancato da Nicolazzo, Forte, Anastasia, Fracasso, Romano e Quaranta.

Spinti dal tifo incessante e rumoroso dei propri supporters, i rossazzurri sono partiti con la marcia giusta riuscendo ad imbavagliare gli attaccanti di mister Zambetta e a far breccia nella difesa poco efficace dei padroni di casa: il primo set è stato di marca Casarano che, con il punteggio di 25-19, si è portato in vantaggio. L’aver conquistato il parziale di apertura, invece di alimentare le speranze di rimonta, ha prodotto effetti negativi per Anastasia e co. che sono rientrati in campo intimoriti e confusionari agevolando il compito ad un Triggiano che, senza strafare, è riuscito dapprima a pareggiare i conti e, successivamente, a chiudere la pratica in scioltezza facendo suoi il terzo e il quarto set.

Si chiude, così, una stagione iniziata a settembre e proseguita, nell’arco dei mesi, sotto l’influenza indubbiamente positiva di un entusiasmo andato in crescendo grazie ad un cammino che ha visto il Casarano assoluto protagonista nelle lotta per le zone
nobili della classifica: in questi lunghi mesi abbiamo provato a regalare un sogno ad una città che ha dimostrato una smisurata passione per il volley.