Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY – Lecce esulta insieme agli Azzurrini, la nazionale under 18 è campione d’Europa

L’Italia under 18 di volley maschile sale sul tetto d’Europa. A Lecce gli azzurrini di coach Vincenzo Fanizza hanno completato la cavalcata vincente, travolgendo anche la Repubblica Ceca in tre set e mettendosi al collo un oro dal peso specifico notevole, giacché viene dopo ben 23 anni di assenza. L’ultimo alloro europeo giovanile arrivò, infatti, nel 1997 con la vittoria a Puchoov degli azzurrini allenati da Fausto Polidori. Per coach Fanizza e il suo staff si tratta del terzo oro consecutivo, dopo i trionfi dello scorso anno nell’Eyof e nel Mondiale under 19.

Sono otto le medaglie complessive dell’Italia agli Europei pre-juniores: argento a Barcellona (Spagna) nel 1995; oro a Puchov (Slovacchia) nel 1997; bronzo a Zagabria (Croazia) nel 2003; bronzo a Riga (Lettonia) nel 2005; argento a Sakarya (Turchia) nel 2015; argento a Gyor (Ungheria) nel 2017; bronzo a Zlin (R. Ceca) nel 2018; oro a Lecce nella competizione che si è svolta in questi giorni, anche a Marcisovetere (Pz).

Al terzo posto si è classificata la Polonia che ha avuto la meglio sulla Bulgaria in quattro set.

Questa la rosa degli azzurrini di coach Fanizza: Cosimo Balestra (Green Volley Francavilla); Mattia Boninfante (Volley Treviso); Gabriele Laurenzano (Materdomini Castellana); Mattia Orioli (Robur Costa Ravenna); Gianluca Rossi, Nicola Volpe (Vero Volley Monza); Luca Porro, Marco Zoratti (Colombo Genova); Francesco Quagliozzi (Roma 7 volley); Federico Bonacchi, Matteo Staforini (Power Volley); Ranieri Truocchio (Modena Volley).

Le prime parole del francavillese Fanizza: “Sono felice per tutti, è una grande emozione, questi ragazzi hanno regalato una gioia immensa a questo movimento. Dedico questa vittoria alla mia famiglia; è un risultato che ci ripaga di tanti sacrifici. I ragazzi sono stati bravi a rimanere concentrati durante l’intera gara. A volte posso sembrare molto severo ma so che in queste situazioni la cosa più complicata è rimanere con la testa nella scatola come si suole dire e i miei ragazzi lo hanno fatto. Sono un gruppo dal grande valore e credo sinceramente che il futuro potrà essere roseo per loro se continueranno così”.

TABELLINO: ITALIA – REPUBBLICA CECA (25-23, 25-16, 25-18)

ITALIA: Zoratti 3, Balestra 9, Boninfante 3, Porro 13, Rossi 3, Quagliozzi 13. Libero: Laurenzano. Staforini. N.e: Bonacchi, Truocchio, Orioli e Volpe. All. Fanizza.

REP. CECA: Fabikovic 5, Bukacek 7, Kollator 9, Jirasek 5, Klajmon 5, Bryknar. Libero: Struska. Roman, Pelikan 1, Ures 3, N.e: Stieber e Toth. All. Svoboda.

Arbitri: Khuc (Bel) e Portela (Por)

Durata set: 24′, 21′, 22′.
Italia: 4 a, 11 bs, 5 m, 22 et.
Rep. Ceca: 4 a, 17 bs, 5 m, 31 et.


RISULTATI E CALENDARIO

Finali 7°- 8° posto e 5°- 6° posto – 13 settembre (Marsicovetere)
Bielorussia – Turchia 1-3 (18-25, 22-25, 25-22, 17-25), Germania – Belgio.

Finali 3°- 4° posto e 1°- 2° posto – 13 settembre (Lecce)
Bulgaria – Polonia 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25) e Italia – Rep. Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18)

Il medagliere azzurro agli Europei – 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce).

Albo d’Oro Europei pre-juniores – 1995 (Barcellona) Russia, 1997 (Puchov) Italia, 1999 (Gdansk) Russia, 2001 (Liberec) Russia, 2003 (Zagabria) Russia, 2005 (Riga) Polonia, 2007 (Vienna) Francia, 2009 (Rotterdam) Francia, 2011 (Ankara) Serbia, 2013 (Laktasi-Belgrado) Russia, 2015 (Sakarya) Polonia, 2017 (Gyor-Puchov) Repubblica Ceca, 2018 (Zlin) Germania, 2020 (Lecce) Italia.