Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: foto di gruppo a fine gara

VOLLEY A3/m – L’Aurispa di Cavalera da sogno: la capolista Macerata cade in quattro set

Aurispa DelCar da sogno, battuta la capolista Macerata 3-1 nella settima giornata di ritorno del girone blu di Serie A3 Credem Banca.

Il primo set si snoda con la classica fase di studio e i primi punti sono dei padroni di casa con Mazzone, Monteiro, Deserio e Arguelles che tengono testa a Casaro e compagni (5-4). Macerata si porta in vantaggio ma Aurispa DelCar risponde con Deserio e con il lungolinea di Arguelles. Lo stesso opposto italo-cubano va al servizio e, prima con un ace e poi con la battuta insidiosa, mette in difficoltà gli ospiti che, a loro volta reagiscono immediatamente e si portano avanti con l’ace di Lazzaretto (11-12). I salentini giocano un gran volley con le difese di Cappio, la regia di Monteiro e l’ottima vena di schiacciatori e centrali che li spinge sul +3, e coach Castellano è costretto a chiamare il timeout (16-13). Ancora un monster block di Aurispa DelCar porta i padroni di casa sul +5 e coach Castellano al secondo timeout (21-16). Capitan Mazzone va a punto con un bel mani-fuori ma Macerata si riavvicina e un ace di Lazzaretto convince coach Cavalera a chiamare il timeout (22-19). Ancora un Mazzone scatenato trova la diagonale giusta, poi c’è un break di Macerata che recupera terreno sino al -1 e coach Cavalera chiama l’altro timeout, ma il punto decisivo di Arguelles permette ad Aurispa DelCar di vincere meritatamente il primo set (26-24).

Comincia il secondo set e il primo punto dei salentini arriva con la diagonale millimetrica di Arguelles cui seguono però gli attacchi avversari che, con un muro di Fall, vanno avanti di tre punti e portano coach Cavalera al timeout (2-5). Zornetta trova l’ace e Mazzone fa lo stesso, poi Arguelles va in lungolinea e il punteggio torna in parità (6-6). Segue un altro punto dell’ispirato Arguelles che in battuta mette in crisi la ricezione avversaria e porta Ferrini a sfruttare una freeball, prima dell’attacco dello stesso Ferrini che porta avanti i padroni di casa (10-9). Cappio in difesa, Monteiro in regia e Mazzone in attacco è il film già visto che si ripete ancora in maniera impeccabile, poi è Arguelles a colpire inesorabilmente e il +2 di Aurispa DelCar porta coach Castellano al timeout (15-13). Macerata torna in vantaggio ma l’attacco di Deserio e il muro di Lanciani ristabiliscono l’equilibrio, poi Ferrini in diagonale e con un ace riporta avanti i salentini (20-18). Mazzone si esibisce in un grande attacco in lungolinea, Arguelles in diagonale e Deserio con una palla spinta nei 9 metri mantengono il distacco di due punti e spingono coach Castellano al timeout (23-21). La pipe di Mazzone è vincente e il muro di Arguelles regala il secondo set facendo esplodere il palazzetto (25-21).

Il terzo set comincia con Macerata scatenata ma Aurispa DelCar non sta a guardare e risponde con due diagonali di Arguelles e una freeball di Deserio (5-5). Le squadre viaggiano punto su punto: si segnalano l’attacco di Arguelles in diagonale, Lanciani dal centro e Mazzone anche lui in diagonale (10-10). Monteiro sfoggia uno splendido ace, poi il muro a uno di Ferrini spinge coach Castellano al timeout (14-11). Il break di Macerata riavvicina i marchigiani e, dopo il primo tempo di Deserio, arriva il pari di Casaro con un ace e il timeout di coach Cavalera (17-17). Timeout utile per interrompere il turno di battuta dell’opposto di Macerata grazie all’attacco di Mazzone, il quale si ripete poco dopo e manda avanti i suoi (20-19). Vola in cielo Arguelles e attacca in maniera vincente, poi arriva l’ace di Zornetta e il vantaggio di Macerata che allunga e porta al timeout coach Castellano (21-23). Il mani-fuori di Casaro è, però, l’apripista che permette a Macerata di conquistare il set, con il punto che arriva sull’errore in battuta di Arguelles (22-25).

Il primo tempo di Deserio inaugura il quarto set, Casaro va due volte a referto, Mazzone fa lo stesso e Lanciani trova il vantaggio (5-4). Arguelles sfrutta i palloni d’oro di Monteiro e sfoggia l’ennesimo attacco vincente, seguito da un clamoroso ace e da un lungolinea irresistibile, con il Palazzetto che gli tributa una standing ovation (8-4). Il timeout di coach Castellano interrompe il servizio di Arguelles, poi Mazzone sfrutta il mani-fuori e Lancani al servizi mette in crisi la ricezione avversaria (11-6). Monteiro torna a scegliere il centrale e Deserio lo ripaga, poi è lui stesso a rendersi autore di un monster block che spinge coach Castellano a un altro timeout (14-8). Macerata prova a rialzarsi e riesce ad accorciare le distanze costringendo coach Cavalera al timeout. Il trend non cambia e il vantaggio di Aurispa DelCar si assottiglia ulteriormente, sino al secondo timeout di coach Cavalera (16-15). Arguelles trova il punto con un mani-fuori, Ferrini fa lo stesso ma Macerata trova il pari, poi Argelles attacca ancora in lungolinea e Mazzone regala due punti di vantaggio (20-18). Il solito Arguelles trova un grande attacco pur staccato da rete, Macerata ricuce lo svantaggio e trova il pari, poi si guadagna due set-point annullati da Lanciani e Ferrini, quindi è Aurispa DelCar a guadagnarsi il set point con l’ace di Ferrini, quindi arriva il punto decisivo con l’attacco out di Macerata (27-25).

È apoteosi Aurispa DelCar che, contro ogni pronostico, conquista il successo e i tre punti contro la capolista Macerata, sfoggiando una splendida pallavolo in tutti i suoi fondamentali. Coach Tonino Cavalera riesce, così a guadagnare il secondo successo consecutivo in due partite sulla panchina dei salentini, ridando fiducia ed entusiasmo all’ambiente, con un palazzetto di nuovo in festa con i tanti tifosi e i soliti indomiti Leones.

IL TABELLINO

AURISPA DELCAR-BANCA MACERATA 3-1
(26-24; 25-21; 22-25; 27-25)

AURISPA DELCAR: Mazzone 15, Mariano,  Ferrini 8, Cappio, Russo, Scaffidi, Cipolloni Save, Arguelles Sanchez 26, Monteiro 2, Lanciani 6, Schiattino, Soncini, Matani, Deserio 13. All. Tonino Cavalera

VB MACERATA: Marsili 1, Fall 5, Casaro 24, Sanfilippo 4, Scrollavezza, Ravellino, D’Amato, Gabbanelli, Zornetta 18, Lazzaretto 10, Orazi, Pahor, Penna 2. Allenatore: Castellano.

Arbitri: Lanza, Palumbo.

(Uff. Stampa Aurispa DelCar)

VOLLEY A3/m GIRONE B

RISULTATI (giornata 7 rit.): Lagonegro-Fano 3-1, Aurispa-Macerata 3-1, Sabaudia-Casarano 3-1, Palmi-Sorrento 3-1, San Giustino-Napoli 3-0, Modica-Marcianise 3-1. Riposa Bari.

CLASSIFICA: Macerata 43 – San Giustino 38 – Lagonegro 37 – Palmi, Fano 34 – Modica 28 – Aurispa 24 – Sabaudia 23 – Napoli, Casarano 22 – Sorrento 21 – Bari 16 – Marcianise 15.

PROSSIMO TURNO (18 feb.): Fano-Palmi, Napoli-Lagonegro, Marcianise-Aurispa, Sorrento-Bari, Casarano-Modica, Macerata-Sabaudia. Riposa San Giustino.