Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY A3/m – Aurispa dà battaglia ma San Giustino la spunta al tie-break

Aurispa DelCar dà battaglia al San Giustino ma perde al tiebreak.

Coach Cavalera schiera il seguente sestetto: gli schiacciatori Mazzone e Ferrini, la diagonale palleggiatore-opposto MonteiroArguelles, i centrali Deserio e Lanciani, e il libero Cappio.

Inizio convincente di Aurispa DelCar che guadagna subito 4 punti di vantaggio, sorprendendo gli avversari con battute insidiose e scambi veloci (7-3). La reazione ospite è immediata e San Giustino si porta sul -1, poi il lungolinea di Arguelles, l’ace di Monteiro e la diagonale di Mazzone allungano la forbice (10-7). Da segnalare due grandi interventi difensivi di Cappio, entrambi in tuffo, che consentono la rigiocata vincente. Una pipe da cineteca di Ferrini e un monster block di Arguelles portano a 6 le lunghezze di vantaggio di Aurispa DelCar e coach Bartolini al timeout (13-7). I salentini giocano una splendida pallavolo e lottano strenuamente su ogni pallone, mantenendosi a distanza da San Giustino ed esaltando il pubblico, accorso numeroso al Palazzetto (17-12). Mazzone trova due punti di fila, ben imboccato prima da Monteiro e poi da Ferrini in bagher, quindi è lo stesso palleggiatore portoghese a trovare l’ace (20-12). Dopo due muri di Deserio San Giustino reagisce, ma il timeout di coach Cavalera riaccende lo tsunami Aurispa DelCar che si prende il set grazie a due diagonali imprendibili di Arguelles (25-20).

Il secondo set si apre con gli ospiti che fanno il gioco e maturano un piccolo vantaggio (2-5). Skoudis e Cappelletti portano punti alla causa San Giustino e, nonostante le due diagonali di Arguelles, riescono ad allungare (6-10). Wawrzynczyk con un mani fuori e Biffi direttamente in battuta spingono coach Cavalera al timeout (7-12). Soncini, che ha rilevato Ferrini, va a referto prima con un mani fuori e poi con un monster block, cercando così di ricucire lo svantaggio (12-15). La splendida pipe di Soncini interrompe solo per un attimo il buon momento di San Giustino che, subito dopo, riprende le redini del gioco e con un break si porta avanti di 5 punti (15-20), spingendo coach Cavalera al tiebreak. Il set sembra ormai deciso e le difficoltà di ricevere il servizio di Wawrzynczyk ne sono la prova. Il secondo timeout di coach Cavalera serve anche per dare le direttive ai neoentrati Cipolloni e Mariano, ma gli umbri spezzano la resistenza di Aurispa DelCar e portano a casa il set (19-25).

Il terzo set è determinante per indirizzare le sorti del match e le squadre giocano punto a punto, con Aurispa DelCar che registra la diagonale di Soncini, la pipe di Lanciani e il muro di Deserio, utili per mettere il “muso” avanti (5-4). Monteiro trova un prezioso ace, bloccando il polso e imprimendo al pallone una traiettoria corta e imprevedibile, nel mezzo arriva il timeout di coach Bartolini e poi ancora Aurispa DelCar che, con il servizio di Monteiro, si porta avanti di quattro punti (8-4). Deserio lascia tutti col fiato sospeso per una brutta caduta, poi si rialza e mette a terra una pipe “da riscaldamento”, quindi i salentini incrementano il vantaggio con un mani-fuori di Soncini sull’ottimo servizio in battuta di Deserio (12-6). Reazione immediata di San Giustino che, con un break di 3 punti, si riavvicina e costringe coach Cavalera al timeout (12-9). C’è ancora un punto di Soncini che attacca insaccando il pallone tra muro e rete, gli ospiti provano a rimanere in partita ma Aurispa DelCar mantiene alta la concentrazione e colpisce con la diagonale di Arguelles (15-11). Applausi a scena aperta per un’alzata tesa di Monteiro che libera Deserio al punto, poi è lo stesso ispiratissimo palleggiatore ad andare a referto con un ace (17-12). La risposta ospite non si fa attendere e San Giustino guadagna tre punti, ma Arguelles e Mazzone (ace) ripristinano il precedente vantaggio e portano coach Bartolini al timeout (19-15). Gli umbri si riavvicinano ma la freeball di Soncini ridà linfa vitale ai salentini, che guadagnano strada grazie all’ottimo turno in battuta di Deserio. Altro mini break di San Giustino che rende necessario il timeout di coach Cavalera (23-19), provvidente per chiudere in maniera vincente il set, con Lanciani e Matani a muro dopo il bel servizio di Cipolloni (25-20).

Tre punti di fila di San Giustino fanno capire che è ancora tutto in gioco, coach Cavalera intuisce e chiama timeout (0-3). Il gran turno di battuta di Biffi non si interrompe e l’allenatore salentino si gioca anche il secondo timeout (0-5). La reazione dei padroni di casa è timida e il distacco rimane ampio (4-11). Si L’ingresso in campo di Ferrini al posto di Mazzone non sortisce gli effetti sperati e, al netto di qualche pallone messo a terra, Aurispa DelCar rimane distante (7-15). Tre primi tempi di Deserio regalano un po’ di ossigeno, poi due muri di Soncini e l’ace di Deserio cambiano le carte in tavola e le nuove speranze di Aurispa DelCar coincidono con il primo timeout di coach Bartolini (13-17). Il turno di battuta di Deserio è una spina nel fianco per gli avversari che, però, si riaccendono e tornano padroni del set, nonostante un punto di Cipolloni che, dopo la battuta, salva un pallone e lo ributta dall’altra parte della rete (16-20). La diagonale del neoentrato Mariano è vincente, ma San Giustino gestisce il vantaggio sino alla fine e porta la sfida al tiebreak (17-25).

Il tiebreak si apre con la verve di San Giustino che prende subito 3 punti di vantaggio (2-5), seguito poi dal timeout di coach Cavalera che tenta il tutto per tutto per rallentare gli ospiti. Un pallone letto male spinge gli umbri ancora più lontano e la pipe di Mazzone è l’unico sussulto prima del cambio campo (3-8). Il finale di set non riserva sorprese e Aurispa DelCar deve alzare bandiera bianca contro un avversario di assoluto rilievo, domato per lunghi tratti del match, sino a quando non sono emerse tutte le qualità di San Giustino (8-15). Resta la grande prova dei salentini di coach Cavalera, che conquistano comunque un ottimo punto in ottica salvezza, utile anche per restare in zona playoff.

(US Aurispa DelCar, Davide Ruberto)

IL TABELLINO

Aurispa DelCar – Erm Group San Giustino 2-3
(25-20; 19-25; 25-20; 17-25; 8-15)

Aurispa DelCar: Mazzone 8, Mariano 2, Ferrini 2, Cappio (L), Russo (L) ne, Scaffidi ne, Cipolloni, Arguelles 20, Monteiro 4, Lanciani 3, Schiattino ne, Soncini 13, Matani, Deserio 11. All. Cavalera.

ErmGroup San Giustino: Troiani 1, Marra (L), Cozzolino, Ricci, Panizzi (L) ne, Bragatto 15, Skoudis 12, Biffi 7, Stoppelli ne, Wawrzynczyk 20, Cappelletti 10, Quarta 6, Cioffi. All. Bartolini.

Arbitri: De Sensi, Stancati.

VOLLEY A3/m GIRONE B

RISULTATI (giornata 9 rit.): Modica-Fano 1-3, Palmi-Casarano 3-1, Aurispa-San Giustino 2-3, Macerata-Sorrento 3-1, Sabaudia-Napoli 3-1, Bari-Marcianise 2-3. Riposa Lagonegro.

CLASSIFICA: Macerata 50 – San Giustino, Fano, Lagonegro 40 – Palmi 37 – Modica 31 – Aurispa 28 – Sabaudia 26 – Sorrento, Casarano 24 – Napoli 22 – Marcianise, Bari 17.

PROSSIMO TURNO (28 feb.): Fano-Macerata, Napoli-Palmi, Casarano-Aurispa, Lagonegro-Bari, Marcianise-Sorrento, San Giustino-Sabaudia. Riposa Modica.