Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SPORT – Il Coni ferma le attività sino al 3 aprile: queste le richieste al Governo

Il Coni ufficializza che tutte le attività sono sospese sino al 3 aprile prossimi, ad ogni livello, chiedendo al Governo un Decreto ad hoc.

Alla riunione straordinaria odierna, terminata da poco, hanno partecipato – da remoto – le federazioni degli sport professionistici (calcio, pallacanestro, golf e ciclismo) e degli sport di squadra (baseball, softball, handball, pallanuoto, pallavolo, rugby, hochey ghiaccio, prato e rotelle, football americano, cricket, tamburello), insieme alle federazioni medici sportivi e cronometristi.

Tra le altre cose, si sono decisi: lo stop delle attività sportive sino al 3 aprile; la richiesta, che sarà portata dal presidente del Coni, Giovanni Malagò al Governo, di apposito Decreto che ufficializzi la sospensione delle attività e che possa superare quello attuale in corso di validità; di chiedere alle Regioni, nel rispetto dell’autonomia costituzionale, di uniformare le singole ordinanze ai decreti della PCDM per non creare divergenti applicazioni; di chiedere al Governo di inserire il comparto sport (professionistico e dilettantistico) nell’annunciato piano di sostegno economico che possa compensare i disagi e le emergenze che lo sport italiano ha affrontato sinora con responsabilità e senso del dovere, rinunciando, in alcuni casi, allo svolgimento della regolare attività senza possibilità di recupero nelle prossime settimane, a causa di specifiche temporalità delle manifestazioni.