Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

OLIMPIADI DEL SALENTO – Braciere acceso, San Cassiano ha dato il via ai Giochi dei Cinque Gechi

SAN CASSIANO (Le) I Giochi dei Cinque Gechi hanno preso il volo da San Cassiano, dove ieri sera, 1° agosto, si è tenuto il battesimo ufficiale della prima edizione delle Olimpiadi del Salento, la manifestazione sportiva ideata da Explorart che coinvolge i comuni di Diso, Nociglia, Maglie, Martano, Poggiardo, Salve, San Cassiano e Supersano.

È stata una cerimonia in grande stile quella inscenata nella gremitissima Villa Comunale di San Cassiano. Più che soddisfatti gli organizzatori secondo i quali l’affluenza di spettatori è andata al di là di ogni più rosea aspettativa. Potenza delle Olimpiadi salentine che hanno calamitato in un piccolo e affascinante borgo salentino decine e decine di persone, incuriosite dall’evento, ben curato, sin nei minimi dettagli, dagli organizzatori di Explorart: il presidente Giacomo Carrozzo, il responsabile organizzativo Stefania Minciullo, il fotografo ufficiale Marco Palladino e tutti gli altri componenti dello staff Gabriella Carrozzo, Cosimo Guida, Andrea Cretì, Antonio Carrozzo e Giuseppa Belmonte.

L’accensione ufficiale del braciere olimpico è avvenuta verso le 22.30, ad opera di Hassan Tanji, l’atleta marocchino della Podistica Tuglie che domenica scorsa ha trionfato nella maratonina di Martano, primo dei normodotati (foto a sinistra). Ad aprire ufficialmente gli eventi sportivi (che ormai hanno raggiunto quota 47 discipline), invece, è stata la vittoria del Supersano che ha battuto per 7-6 il Diso nel calcetto.

A rappresentare i comuni che hanno aderito alla manifestazione, sindaci e delegati con tanto di fascia tricolore, simbolicamente guidati dal padrone di casa, il primo cittadino di San Cassiano Gabriele Petracca. La serata è stata presentata da Sandro Turco. Il presidente di Explorart, Giacomo Carrozzo, ha parlato di un “progetto che può crescere e che contiamo di riproporre ogni due anni”. Poi è stata la volta del presidente del Coni provinciale, Antonio Pascali che ha elogiato gli organizzatori per il loro “straordinario lavoro”.

Quindi ha preso parola l’assessore provinciale Bruno Ciccarese che ha preceduto la campionessa salentina di handbike Anna Grazia Turco, arrivata a San Cassiano direttamente dal Giro d’Italia. Il collage fotografico realizzato da Marco Palladino ha affascinato la platea, poi è stata la volta delle esibizioni delle tantissime associazioni sportive presenti in loco (foto a sinistra): l’Asd Delfino (Lecce), l’Asd Vittoria Dance Salento (San Cassiano), Gold Stars Cheerleaders (Gallipoli), Grupo Lembrança Negra (Lecce), Palestra Wellness Center (Supersano), Parkour Salento e Torino (Martano, Lecce e Torino) e la Scuola Karate Shotokan (San Cassiano). Da segnalare, inoltre, il tamburellista Giacomo Casciaro (Diso).

Prima di congedare il pubblico, ogni amministratore è stato chiamato sul palco per assistere al decollo della rispettiva mongolfiera (a cura della ditta Dario Pulli di Veglie), una per ogni comune interessato dagli eventi sportivi. A conclusione, il soprano leccese Maria Cristina Fina ha intonato l’Inno di Mameli, accompagnando simbolicamente la grande mongolfiera delle Olimpiadi del Salento.

Da oggi la parola passa al campo da gioco. Sino al 23 agosto, il Salento sportivo (e non) si metterà in movimento.