BASKET A1/m – Happy Casa Brindisi lotta per 40 minuti, ma il finale premia Venezia

Happy Casa Brindisi non riesce nell'impresa di espugnare il PalaTaliercio. I lagunari superano i pugliesi e agganciano Brescia in classifica

Basket Happy Casa Brindisi

Brindisi non riesce a superare Venezia nell’anticipo di mezzogiorno cadendo nel finale 76-71. Fischio di inizio alle 12 con coach Vitucci che schiera Moore, Suggs, Tepic, Smith e Lalanne, coach De Raffaele replica con Haynes, Bramos, Tonut, Peric e Watt. Watt trova i primi due punti per Venezia, rispondono Smith e Tepic. Si sbaglia tanto sul parquet del PalaTaliercio ma un contropiede di Peric riporta i suoi in vantaggio (5-4). Brindisi perde palle, Vitucci chiama la prima sospensione del match ma i padroni di casa sono abili ad allungare con Bramos preciso dalla lunga e Biligha (18-8). Tepic e Mesicek scuotono i biancoazzurri. Termina il primo periodo 21-16.

Blaz Mesicek è incontenibile, ubriaca la difesa avversaria che trova in Biligha punti importanti. Lalanne commette infrazioni di passi per due azioni consecutive ed è preciso a metà dalla lunetta. Il centro brindisino riesce a trovare punti da sotto canestro ma Bramos passeggia e schiaccia con cattiveria. Brindisi non molla e con Tepic trova il -3. Si va negli spogliatoi sul 36-33Lalanne e Smith aprono i giochi del terzo periodo ed è sorpasso Brindisi (36-37), immediata la reazione dei lagunari che con Tonut e un maestoso Peric allungano nuovamente. Gli ospiti non si lasciano intimorire , il gioco di Mesicek e Tepic tengono vivi i brindisini. Moore è preciso solo dalla lunetta. Grande equilibrio in campo, con Venezia che trova il +5 con Johnson. Termina il terzo quarto 59-54.

La Reyer prende le misura e vola +8 e coach Vitucci richiama i suoi. Moore ha poco spazio, il folletto brindisino non trova gloria dalla distanza, amica gli sarà la lunetta per il-4. Il play continua a penetrare la difesa lagunare, questa volta gonfia la retina per l’importantissimo -2 (70-68). Brindisi ci crede e De Raffaele richiama i suoi. Ottima la difesa degli orogranata che impedisce ai pugliesi di andare a canestro. Happy Casa ha la possibilità di chiudere diversamente il match ma i troppi errori e la poco lucidità consegnano la vittoria a Venezia. Venezia batte Brindisi 76-71.

Brindisi perde al PalaTaliercio contro i blasonati campioni d’Italia di solo cinque lunghezze. Pesano tantissimo le innumerevoli palle perse come i tiri dalla distanza di Nic Moore chiuso dalle maglie venete. La Reyer trova in Peric l’uomo partita con 21 punti, seguito dai 15 di Bramos, all’Happy Casa non sono bastati i 16 di un ‘cattivo’ Mesicek e i 15 di Tepic per espugnare il PalaTaliercio. Brindisi resta a 12 punti, Venezia sale a 26.


TABELLINO

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi: 76-71

Venezia: Haynes 4, Peric 21, Johnson 11, Bramos 15, Tonut 4, Daye, De Nicolao 1, Bolpin n.e., Ress n.e., Biligha 10, Cerella 3, Watt 7. Coach: De Raffaele

Brindisi: Suggs 5, Tepic 15, Oleka n.e., Smith 8, Mesicek 16, Cardillo, Sirakov n.e., Moore 10, Donzelli, Canavesi n.e., Giuri 2, Lalanne 15. Coach: Vitucci

Parziali: 21-16, 36-33, 59-54, 76-71

Orsola TASSO
Giornalista pubblicista dal 2014 e impegnata nel sociale. Collaboratrice per la redazione de Quotidiano Italiano (Lecce-Foggia) dal 2012 al 2014, redattrice di BrindisiCronaca.it dal 2013 al 2015

Articoli Correlati