Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: L. Dalmonte

BASKET A2/m – Netto passo indietro per Nardò, mai in partita a Treviglio

Il rush finale della fase a “orologio” inizia male, malissimo. La sconfitta in casa di Blu Basket 1971 Treviglio per Hdl Nardò Basket è la solita rappresentazione di difetti e lacune già viste. Mai in partita, inguardabile al tiro e spesso confusionario, il Toro si arrende prestissimo ad un avversario affacciatosi alla partita in crisi di risultati e di identità. Ma delle due squadre quella in crisi è apparsa Nardò, che vede l’ottavo posto con i contorni sempre più sfocati.

Parravicini, Smith, Stewart jr., La Torre, Iannuzzi è lo starting five granata al PalaFacchetti. Avvio promettente del Toro che segna con Stewart dalla lunetta e poi con Parravicini e Iannuzzi. Treviglio difende con grandissima intensità, forse troppa, visto che Vitali e Guariglia collezionano subito due falli a testa, costringendo coach Valli ad invitarli in panchina. I padroni di casa, comunque, infilano due triple con Barbante e fanno un piccolo allungo di sei punti. Dalmonte manda sul parquet Nikolic e Baldasso, poi Maspero, ma Gruppo Mascio ha inserito una marcia più alta. Nardò, come accade spesso, ha le polveri bagnate (2/11 da due e 1/8 da tre). Harris va a segnare in solitaria il +8, Miaschi poco dopo il +10. I biancoblu accumulano punti e falli (compreso un tecnico alla panchina). Il verdetto del primo periodo è già molto severo per Hdl: 25-15.

Il secondo quarto si apre con la bomba di Baldasso. Rispondono Pollone e Cerella. Per cambiare verso alla partita servirebbe almeno aggiustare la mira, ma gli indizi sono tutti per l’ennesima serataccia. I bergamaschi, che hanno recuperato per l’occasione gli infortunati di lungo corso, non sembrano una squadra in crisi (quattro sconfitte nella fase a “orologio”). Nardò, sbadato e impreciso, non regala mai l’impressione di contendere realmente la posta in palio agli avversari. Dopo un’altra palla persa in attacco per gli ospiti, Sacchetti infila comodissimo il tiro dall’arco e porta i suoi al +15. La strigliata di Dalmonte vale un piccolo break di quattro punti (Smith e Nikolic). Il n. 3 granata mette anche due liberi, poi Giuri e Nikolic colpiscono dalla distanza. Iannuzzi segna sulla sirena e firma il 46-37 di metà gara.

Due liberi di Iannuzzi aprono il terzo quarto, dall’arco invece si continua a sbagliare con Parravicini e Smith. Iannuzzi schiaccia, poi va a stoppare Pacher, infine segna ancora in arretramento. Gli otto punti consecutivi del centro di Avellino procurano il -5 e riaprono, di fatto, la partita. Treviglio, però, non sembra scomporsi, La Torre si accomoda in panchina con i suoi 4 falli. La squadra di Valli gioca fluida e segna con più regolarità. L’illusione di una tripla di Stewart jr. è spenta in un lampo da una di Guariglia, autentico trascinatore del pubblico di fede biancoblu. Il terzo parziale è 64-55.

La fotografia del match di Nardò è un tentativo centrale di Smith da tre con palla molto lontana dal ferro. Guariglia affonda un Toro incapace di mettersi correttamente sui binari del match. Nikolic, uno dei pochi a salvarsi, esce per cinque falli. Il Toro, con soli 7 punti nell’ultimo quarto, non sa approfittare nemmeno di un Treviglio che nel finale perde lucidità e misure. I numeri puniscono in modo impietoso la squadra di Dalmonte, su tutti il 5/27 dall’arco. Finisce 76-62, Gruppo Mascio ringrazia le virtù terapeutiche granata.

La trasferta in terra bergamasca è un triste passo indietro.

Il commento di coach Luca Dalmonte: “Non siamo mai riusciti a recuperare lo svantaggio iniziale – ha commentato Luca Dalmonte – che ha rappresentato il momento numerico ed emotivo che ha segnato la partita e che ci siamo trascinati sino alla fine. Ed è chiaro che con l’imbuto del tempo sempre più stretto, ci ha condannati. Detto questo, non possiamo permetterci di avere innanzitutto 17 palle perse, per negligenza sostanzialmente. E non possiamo permetterci un 32% dal campo che direi che deve essere uno spunto di riflessione se la scelta dei tiri è corretta o meno”.

(US Nardò Basket)

IL TABELLINO

GRUPPO MASCIO TREVIGLIO-HDL NARDÒ BASKET 76-62
(25-15, 46-37, 64-55)

TREVIGLIO: Guariglia 13, Barbante 12, Harris 11, Pacher 9, Pollone 7, Miaschi 7, Vitali 6, Giuri 5, Cerella 3, Sacchetti 3. All. Valli.

NARDÒ: Parravicini 14, Iannuzzi 13, Smith 11, Nikolic 7, Stewart jr. 5, Baldasso 5, Maspero 5, Ferrara 2, La Torre 0, Donida ne. All. Dalmonte.

LEGADUE BASKET – FASE A OROLOGIO

RISULTATI (giornata 6): Torino-Trieste 103-91, Roma-Cividale 68-88, Latina-F. Bologna 63-77, Treviglio-Nardò 76-62, Monferrato-Forlì 75-77, Milano-Cento 81-99, Rieti-Piacenza 82-85, Trapani-Udine 78-66, Agrigento-Chiusi 84-88, Vigevano-Orzinuovi 91-70, Cremona-Rimini (25/03), Cantù-Verona (25/03).

CLASSIFICA: Forlì 46 – F. Bologna, Udine 40 – Verona 34 – Trieste 32 – Rimini, Cento, Piacenza, Cividale 26 – Nardò 22 – Orzinuovi, Chiusi 16.

PROSSIMO TURNO (29-31 mar.): Udine-Treviglio, Cento-Latina, Cividale-Cantù, Forlì-Cremona, Nardò-Trapani (30/03 h 20.30), Trieste-Vigevano, Verona-Roma, F. Bologna-Milano, Piacenza-Agrigento, Chiusi-Rieti, Orzinuovi-Torino, Rimini-Monferrato.