Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: coach Luca Dalmonte

BASKET A2/m – Poule salvezza, Nardò parte col freno a mano. Dalmonte: “Resettiamo e pensiamo a Roma”

Parte male la Poule salvezza per Hdl Basket Nardò, battuta a domicilio da Agrigento per 61-68.

“Non siamo stati assolutamente supportati da percentuali al tiro sufficienti, che ci potessero garantire la partita. Abbiamo prodotto uno sforzo difensivo nei secondi venti minuti, ma con i numeri in attacco non siamo riusciti a concretizzare questo sforzo. Questi numeri ci hanno condannato. Quindi, possiamo fare mille considerazioni e mille giri di pensiero, la realtà è che non siamo stati supportati dalle percentuali al tiro”. Senza troppi giri di parole coach Luca Dalmonte va dritto al punto. Con Agrigento, Nardò ha tirato male, malissimo, rispolverando un vizietto antico che più volte quest’anno ha condizionato le partite. Del resto, se non segni non vinci e gli appena 61 punti realizzati – con il 26% dal perimetro (contro il 41% dei siciliani) – esemplificano drasticamente il concetto.

“Mi sarebbe piaciuto stasera leggere anche il risultato della partita di Chiusi – ha aggiunto il coach granata – ma dovremo aspettare dopo la metà di maggio. Detto questo, bisogna essere pronti per giocare ogni singola partita. Nessuno è in condizione di regalarti qualcosa, quindi sta a ognuno di noi prepararsi per essere quanto più competitivo possibile. Ovviamente questa sconfitta fa malissimo, fa malissimo perché è successo in casa, ma adesso abbiamo altre nove partite e il calendario ci impone di non farci appesantire da questa partita. Tra poche ore ne abbiamo un’altra e così via, dobbiamo resettare immediatamente e farci trovare pronti”. 

Per deprimersi in casa granata non c’è tempo. Domani, mercoledì 8 (ore 20:30), si torna in campo, serve raccogliere in tempi record le energie fisiche e mentali. Luiss Roma, che non ha giocato con Chiusi (recupereranno il 22 maggio), attende Hdl Nardò Basket per un’altra sfida da brividi.

(US Hdl Nardò Basket)