Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BASKET A/dil. – Assi Ostuni ad un passo dalla LegaDue

Duemila persone e un sogno che si avvicina sempre di più. Ostuni strapazza uno spento Treviglio e vola in finale. La finale del giro play-off che potrebbe traghettare la Città Bianca in LegaDue. Un momento storico lo definiscono in città. Ostuni in finale per la promozione in A non c’era mai stata.

La squadra di coach Giovanni Putignano si è presentata in campo carica e decisa a non lasciare alcuno spazio agli avversari. Difesa asfissiante e attacco lucido. Nulla in questa partita sembrava lasciato al caso. Treviglio ne è uscito stordito. E se il buongiorno si vede dal mattino i primi 11 punti, con le 3 bombe consecutive di Morena, M. Gigena e Tommasini, spezzano in partenza le gambe ai ragazzi di Lottici. Lo scarto a quattro minuti è di + 16 per i padroni di casa che vanno in panchina chiudendo il primo tempino 29 a 14.

Ma Treviglio non ci sta e nel secondo quarto riaggancia Morena e company sulla distanza. Il pubblico ammutolisce temendo il peggio quando lo svantaggio si accorcia a due minuti dalla pausa lunga a soli 5 punti. Un tremendo 39 a 34 che pesa come un macigno sulla testa di coach Putignano che con un time out decisivo resetta la mente dei suoi. Ostuni risale la china. Arriva il più 9 e si va negli spogliatoi.

Nel terzo tempo i gialloblu tornano quelli che hanno saputo essere per tutto il primo quarto e anche di più. Cinici, aggressivi e totalmente lucidi tanto da rifilare in soli 5’ ben 13 punti di fila a un Treviglio che rimane a bocca aperta. Il punteggio di 56 a 34 parla da sé. Una difesa quella ostunese da manuale la porta a chiudere il terzo quarto sul 62 a 45.

Si ricomincia per gli ultimi dieci minuti con una tripla di Mimmo Morena. E va da sé che ormai non c’è più storia per gli ospiti, stanchi fisicamente ma soprattutto mentalmente. Eppure tentano una rimonta, ma è probabilmente l’ultimo scatto d’orgoglio prima di esalare l’ultimo respiro. Venti punti di vantaggio sul finire sono troppi per non arrendersi al destino che allontana definitivamente la Co.Mark dalla LegaDue.

Il tabellone non fa in tempo a segnare la fine del match che la palla smette di girare e il pubblico invade il campo per festeggiare con i proprio beniamini.

E la Città Bianca continua a sognare.

Domenica prossima si va a Trapani, dove si gioca la prima e seconda partita della finale play off e venerdì 3 giugno si torna a giocare ad Ostuni. E chi vivrà vedrà. Se toccherà andare alla quarta sfida e la quinta, prevista a Trapani per l’8 giugno o se si andrà in vacanza per ricominciare ad agosto dalla serie A.

***

A Dil.: playoff: Ostuni-Treviglio=83-61
Parziali: 29-14, 43-34, 62-45
Assi Ostuni: Bona 6, Tommasini 12, Morena 8, Gigena S. 17, Fin n.e., Basei 15, Gigena M. 15, Circosta 5, Fall n.e., Ruggiero 5. Coach Putignano.
Treviglio:Marulli, Planezio, Borra 8, Reati 7, Milani 9, Vitale 5, Marino 5, Zanella 6, De Min 6, Castelli 15i. Coach: Lottici.