Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ATLETICA – Triplo Stars di Lecce: tra record e partecipazioni di rilievo va in archivio un’edizione da ricordare

Edizione da ricordare quella del 2019 del Triplo Stars, meeting organizzato dal comitato provinciale leccese, presieduto da Sergio Perchia, e andato in scena il 9 maggio scorso al Montefusco di Lecce, che si sviluppa su tre specialità: lancio del peso, lancio triplo e 3.000 metri, con altre discipline sportive di contorno. La IX edizione è stata impreziosita da un prologo costituito da un miniraduno tenuto dal prof. Raimondo Orsini sulla “Ritmica della rincorsa nei salti in estensione”.

Nel getto del peso (specialità inserita per la prima volta nel programma) ottima prestazione di Francesco Trabacca, atleta salentino tesserato con la Enterprice Giovani Atleti Bari e seguito dai tecnici Marco e Pino Felice. Trabacca ha stabilito il primato della manifestazione lanciando il peso di 7,260 kg a 15,09 mt. Tra le donne, vittoria alla sua compagna di squadra Beatrice Serra che scaglia l’attrezzo a 7,22 mt.

Nel triplo emerge il buon lavoro dei tecnici della provincia: Stefan La Palma (Abacus Villa Baldassarri, allenato da Giovanni Dell’Atti) bissa la vittoria dello scorso anno con la misura di 13,52 mt. La gara femminile la vince Maria Irma Pezzuto (Enterprice Giovani Atleti Bari) che salta 11,56 mt. Degno di nota il salto di Diego Bonatesta nella gara Cadetti: l’allievo di Raimondo Orsini ha fatto segnare 13,30 metri, ottenendo un punteggio tabellare di 978 punti, il migliore dell’intera manifestazione. Al momento l’atleta di pone al primo posto nazionale della specialità. Bene anche Matteo Calogiuri (Atl. L. Montefusco Lecce), secondo con 12,72 mt. (914 punti), seguito da Marco Felice.

Nella gara dei 3.000 metri tra le donne vince Stefania Scatigna (Atl. Capo di Leuca), allenata da Luca Scarcia, che ferma il cronometro a 11’07″7. Buon tempo ma non sufficiente a migliorare l primato della manifestazione.

Obiettivo centrato, invece, nella seconda serie maschile nella quale, alla partenza, di presentano nomi come Giammarco Buttazzo e Nfamara Njie, entrambi dell’Atletica Casone Noceto. Quest’ultimo riesce nell’impresa di battere il primato di Francesco Caliandro (8’51″8) facendo fermare il cronometro sul tempo di 8’50″5.