LECCE – Ufficiale, ecco il capocannoniere. Saraniti è la nuova punta giallorossa

Il bomber arriva a titolo definitivo dalla Virtus Francavilla, e nel campionato in corso ha già messo a segno nove reti

saraniti-andrea

Foto: Andrea Saraniti

Dopo l’arrivo di Matteo Legittimo dal Trapani, il Lecce piazza il suo secondo colpo di mercato: Andrea Saraniti è un nuovo giocatore giallorosso. Una trattativa-lampo che il ds Meluso ha avviato e finalizzato con la Virtus Francavilla in meno di una settimana, riuscendo a regalare a mister Liverani una punta che completa alla perfezione, o quasi, il parco-attaccanti dei giallorossi. Il mercato della compagine salentina può proseguire ora con la ricerca del trequartista, prima di acquistare il quale si dovrà comunque provvedere a liberare un posto da “over” occupato proprio dal neo acquisto.

Palermitano classe ’88, forte fisicamente ma dotato di una tecnica eccellente in relazione alla sua corporatura che gli consente di colpire anche da calcio da fermo o su tiro dalla distanza, Saraniti è un attaccante centrale in grado sia di fare reparto da solo che di agire da prima o seconda punta in coppia con un collega di reparto. Per caratteristiche si dovrebbe dunque trovare meglio con Di Piazza o Torromino, ma anche con Caturano potrebbe formare una coppia possente e tecnica. Il neo arrivato ha iniziato a gonfiare la rete appena 18enne in Eccellenza con l’Akragas (36 presenze e 13 reti), e in Serie D con l’Adrano (29 presenze e 6 reti), guadagnandosi la chiamata tra i professionisti con Sorrento e Sangiustese. Né in Campania né nelle Marche è andata granché bene all’allora troppo giovane e acerbo Saraniti, costretto a ricominciare dal Messina in D e nuovamente in Eccellenza siciliana con il Ragusa, dove è definitivamente esploso andando a sommare 24 gol in 25 partite ad appena ventitré anni. Da lì quattro stagioni-super nella prima serie dilettantistica con Messina (14 centri), Akragas (20), Viterbese (12) e Vibonese (8) con promozione tra i Pro. Positivo, almeno sul piano personale, il ritorno in terza serie: con i rossoblù siciliani colleziona 32 presenze e 8 reti (di cui 2 al Lecce), ma non riesce a salvare la squadra che retrocede ai playout. In C ci resta comunque grazie alla chiamata della Virtus Francavilla, con la cui maglia si trova subito tanto da spingere gli imperiali subito in zona playoff a suon di gol. Ora, capocannoniere (assieme a Curiale) a quota 9, è chiamato a confermare l’ottima confidenza con la marcatura per cercare la svolta della carriera con la maglia del Lecce. Un’occasione da non perdere.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati