LECCE – Stovini, previsione giallorossa: “Catania esperto, ma i giallorossi hanno quel pubblico…”

"Determinante per l'esito della gara potrebbe essere la giocata di un singolo, un episodio particolare, come spesso accade in simili partite"

stovini-lorenzo_fanpage_it

Foto: L. Stovini (©Fanpage.it)

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno |

Lorenzo Stovini di Lecce e Catania se ne intende eccome. L’ex centrale difensivo – ritiratosi nel 2015 – ha collezionato 160 presenze (con due reti) coi giallorossi e 102 presenze (tre reti) con i rossazzurri. Tocca quindi al classe ’76 di Firenze giocare in anticipo il big-match del 22° turno di Serie C“Si troveranno di fronte due formazioni – nota Stovini – che hanno calcato ben altri palcoscenici e che, per vicissitudini varie, sono finite nel purgatorio della Serie C, dal quale è sempre complicato riemergere. Lecce e Catania, per importanza della piazza e per seguito di tifosi, meriterebbero categorie più prestigiose, ma nel calcio ci sono i cicli positivi e quelli negativi. Sia i salentini che gli etnei stanno provando a riemergere e ad approdare tra i cadetti e si stanno contendendo il primato a suon di risultati positivi. Qualunque sarà l’esito dello scontro diretto, giallorossi e rossazzurri si contenderanno la promozione sino alla fine“.

“Alla conclusione della stagione – aggiunge l’ex di Vicenza, Reggina, Empoli e Brescia – mancano tanti match. In caso di successo, l’undici allenato da Liverani potrebbe contare su un vantaggio di rilievo e sarebbe a maggior ragione nelle condizioni di essere artefice del proprio destino, ma il calcio ci ha abituati anche a ribaltoni clamorosi, sia nell’economia di una singola gara che di un campionato. Nel 2016/17, l’Alessandria dava l’impressione di avere la promozione in tasca ed invece ha ceduto il passo alla Cremonese. Pertanto, anche se dovessero balzare a +7 rispetto ai rossazzurri, Lepore e compagni dovrebbero stare comunque bene attenti a non abbassare la guardia”.

L’ago della bilancia pende a favore dei giallorossi: “Il fatto di giocare nel proprio stadio e al cospetto di una tifoseria numerosa e calorosa concede un vantaggio al complesso salentino, ma anche il Catania, come la capolista, è composto da calciatori esperti, che non saranno certamente intimoriti dal fatto di cimentarsi al cospetto di una grande cornice di pubblico. Può quindi accadere di tutto e ci sono i presupposti per assistere ad un confronto di ottimo livello perché, ne sono convinto, entrambe le formazioni tenteranno di conquistare il bottino pieno, pur con la dovuta attenzione tattica. Determinante per l’esito della gara potrebbe essere la giocata di un singolo, un episodio particolare, come spesso accade in simili partite. Sia la squadra giallorossa che quella rossazzurra dispongono di elementi di indubbia caratura, in grado in qualsiasi momento – conclude Stovini – di indirizzare in una direzione o nell’altra l’andamento della sfida”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati