LECCE – Postpartita, Pacilli: “Mi trovo bene dietro le punte”. Cosenza: “Prendiamo troppi gol”

L'attaccante giallorosso ha parlato soprattutto del suo feeling con un ruolo nuovo ma non troppo per lui, il difensore non ha risparmiato qualche tiratina d'orecchie alla squadra

Foto: Francesco Cosenza (©Salentosport.net)

Nel dopogara di Juve Stabia-Lecce, hanno preso parola in casa giallorossa Mario Pacilli e Francesco Cosenza, i quali hanno analizzato la vittoria salentina in terra campana.

Il numero 11 aquilano si è detto soddisfatto di vittoria e prestazione: “Non sapevo di essere titolare perché il mister comunica la formazione all’ultimo, ma ci speravo. Mi sono trovato bene in una posizione in cui ho giocato anche in passato. Inizialmente ho dovuto prendere le misure, poi è andato tutto bene e soprattutto abbiamo vinto. Il campo sicuramente non ci ha giovato, in compenso siamo stati bravi sulle seconde palle, vedi le occasioni dei gol. Direi che con la Juve Stabia ci è mancata un po’ di fortuna per chiudere prima il match, perché qualche problemino nel finale ci ha fatto soffrire più del dovuto. Il primo posto? Pensiamo che c’è ancora tanto da fare”.

Il difensore calabrese ha difeso la prova della retroguardia: “Abbiamo sofferto contro una squadra ben organizzata. Siamo dispiaciuti perché una squadra come la nostra non può prendere così tanti gol, e sappiamo che c’è tanto da migliorare, ma dall’altro lato dobbiamo essere contenti di questa importante vittoria. Oggi è andata bene, ma dobbiamo stare più attenti in episodi come quelli del secondo gol. Questo primo posto deve aumentare la nostra autostima e le nostre consapevolezze, senza farci dimenticare che ancora non abbiamo fatto nulla”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati