LECCE – Padalino, tre punti non scontati: “In questo campionato non si vince mai a mani basse”

"La Vibonese ha saputo metterci in difficoltà, ma il nostro è un successo meritato"

padalino-lecce-akragas-forzaakragasit

Foto: Pasquale Padalino (@Forzaakragas.it)

Il suo Lecce ha ottenuto quest’oggi tre punti sofferti e sudati, ma meritati, e Pasquale Padalino ci ha tenuto a sottolineare questi aspetti del match con la Vibonese nel postpartita.

Padalino ha così descritto i vari momenti della gara: “Stavamo giocando bene, poi il loro gol casuale ha compromesso la nostra prestazione. Devo dire però che tale casualità deriva anche dal nostro attendismo dopo il gol del vantaggio. Non mi sento di rimproverare i ragazzi, anche se la nostra non è stata certo una prestazione entusiasmante. Purtroppo più si va avanti più alcune situazione possono creare un po’ di paure ed ansie, quindi ci può stare di non essere particolarmente brillante. In ogni caso le palle gol create parlano chiaro, e la nostra è stata una vittoria meritata nonostante la prova non tra le migliori”.

Il commento dell’ex allenatore del Matera si è poi incentrato sulla prova di alcuni singoli, Marconi in primis: “Non stavo sostituendo Marconi pochi secondi prima del gol, ma avevo intenzione di inserire Caturano al suo fianco in luogo di un centrocampista per creare ancora più problemi alla difesa avversaria. Marconi si è confermato dopo Reggio Calabria, al di là del gol. Ha fatto un gran lavoro per la squadra, muovendosi bene in sintonia con i compagni. Per il resto l’attacco ha fatto bene soprattutto con Doumbia, bravo a tagliare e dettare le verticalizzazioni. In ogni caso c’è stata anche la bravura degli avversari, bravi a chiudersi in più di un’occasione. Ciancio? Si è espresso sui suoi livelli di determinazione e agonismo e, anche se magari oggi si è fatto vedere meglio con l’assist per Marconi, ha sempre avuto la mia fiducia”.

Infine, un’opinione sul campionato: “Se il Foggia non avesse vinto sarebbe stata una vittoria ancor più bella, ma io mi tengo stretto questi tre punti perché sono importantissimi. Chi pensa che dobbiamo stravincere a mani basse è fuori strada. Sicuramente anche i rossoneri avranno sofferto con l’Akragas, per non parlare del poker subito in casa dal Matera con il Siracusa. Ci sono squadre che non regalano nulla, e per questo ogni partita è difficile ed ha il suo valore. Quindi guardiamo solo in casa nostra e pensiamo al nostro cammino”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati