LECCE – Liverani usa il bastone: “Siamo stati dei polli. Manchiamo ancora in condizione e grinta”

Il riferimento soprattutto all'episodio del gol: "Meccariello, tra i migliori in campo, si è fatto beffare dall'avversario che lo ha trattenuto"

Foto: Fabio Liverani (©Salentosport.net)

Ben più cupo rispetto alle due precedenti gare in cui il suo Lecce aveva già subito altrettante rimonte ingenuamente, mister Fabio Liverani ha commentato il ko per 1-0 subito in quel di Ascoli.

Per Liverani la sua squadra ha peccato di ingenuità, oltre ad essere ancora parzialmente in difetto di forza e condizione: “Rispetto alle precedenti prove ci sono stati passi indietro sul piano del palleggio, che è il modo attraverso il quale riusciamo a produrre palle gol adeguate. All’inizio abbiamo fatto molto bene, salvo poi soffrire tenendo bene il campo. Nella ripresa, verso la metà, abbiamo perso le distanze, rinunciando a giocare e subendo gol su una palla di fatto innocua. Nell’occasione ci siamo fatti superare come polli. Non commento la decisione dell’arbitro di non fischiare la trattenuta di Ardemagni su Meccariello, ma il mio giocatore che era stato perfetto fino a quel momento si è fatto beffare come un bambino. Ci è mancata la condizione nel finale per reagire, oltre che ricambi al top e anche il caldo ha influito, cose che ad esempio non pesavano su Benenvento e Salernitana. Oltre che la grinta della grande squadra. Il campionato? E’ tirato, e dobbiamo essere consapevoli che lotteremo fino all’ultimo turno per la salvezza assieme a altre sei-sette squadre”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati