Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LEGA PRO – Al via la nuova stagione, tante le rivali accreditate per il Lecce

Il campionato 2016/2017 del nuovo Lecce di Pasquale Padalino sarà uno di quelli che poche volte si incontrano in Lega Pro. Chi lo vincerà avrà dimostrato di essere davvero una grande squadra, sia per il blasone delle compagini che lo compongono, sia per il valore tecnico dei giocatori. Come ha affermato l’ad del Catania, Pietro Lo Monaco, e confermato dagli analisti delle quote scommesse del sito http://extra.bet365.it/news/it/, questo girone C sarà una vera e propria B2 e guardando alla storia delle partecipanti, non c’è da dargli torto.

Da una recente analisi, risulta che il girone C ha messo insieme piazze, bacini d’utenza e stadi che se la giocherebbero alla grande anche in Serie A. Tra tutte le squadre che faranno parte del girone del Lecce, si possono contare ben 72 campionati di serie A e 243 stagioni di serie B. Basti pensare che solo Lecce e Foggia hanno collezionato insieme ben 45 anni in Serie A, ai quali vanno sommate le annate in massima serie delle varie Catanzaro, Messina e Reggina. Hanno visto invece solo la serie B Cosenza, Fidelis Andria, Juve Stabia, Matera, Siracusa e Taranto, mentre la Casertana ha partecipato alla massima serie, ma ormai quasi 100 anni fa.

Chiaramente oltre ai blasoni, occorrerà vedere quali valori tecnici verranno messi in campo e quante di queste squadre punteranno a salire e quante invece giocheranno un campionato da zona tranquilla, per cercare magari di farcela al prossimo campionato.

Il Foggia parte sulla carta favorito dopo la finale giocata e persa lo scorso anno contro il Pisa. Ma i rossoneri hanno perso Iemmello, capocannoniere del torneo, e soprattutto mister De Zerbi, vero artefice della grande stagione dei dauni lo scorso anno. Il bomber è stato sostituito da Letizia, buon attaccante proveniente dalla Reggiana, mentre in panchina si è seduto Stroppa che proverà a non far rimpiangere De Zerbi.

Tra le siciliane, Messina e Akragas sembrano quelle che si sono attrezzate di più per provare a dare l’assalto alla zona promozione, mentre la Juve Stabia, tra le campane, è stata la squadra più attiva sul mercato. I gialloneri hanno acquistato ZibertKanoute, sicuramente ottimi innesti per una squadra di Lega Pro. Il Catania ha impostato la propria strategia sulla costruzione di una squadra mista di giovani ed esperti, per provare a vincere il campionato. Da un lato l’esperienza di giocatori di categoria , dall’altra la voglia di sfondare di giovani talenti che daranno tutto pur di mettersi in mostra e trascinare la squadra.

In tutto ciò però il Lecce è sicuramente tra le favorite alla vittoria finale. Certamente le ultime annate invocano prudenza. Le cocenti delusioni hanno indotto la squadra ad agire sotto traccia e senza grandi proclami. Dal Crotone è arrivato un bomber come Torromino per sostituire il partente Moscardelli, che già nella sua gara di esordio è andato in gol. Le premesse ci sono tutte, le prestazioni più che positive di Coppa Italia contro Ascoli e Genoa, non squadre qualsiasi, hanno dato indicazioni importanti sia all’allenatore che a tutti gli addetti ai lavori, mostrando il valore di una squadra costruita per vincere.