LECCE – Un solo obiettivo: ingranare la terza prima di Casertana, Juve Stabia e Salernitana

moscardelli davide leccesette 2

Per la gara di lunedì con il Messina l’obiettivo in casa Lecce è uno solo: vincere. Come sempre, si dirà, ma ci sono gare in cui accaparrarsi i tre punti hanno un valore non soltanto legato alla classifica in se, ma possono gettare le basi per obiettivi più a lungo termine.

Innanzitutto, vincere vorrebbe dire per mister Bollini fare tre su tre. Un risultato non da poco, se si considera la situazione tutt’altro che positiva, soprattutto sotto il profilo psicologico, che il tecnico di Poggio Rusco si è trovato in mano al momento della firma per il Lecce. Inoltre, un avvio tanto lanciato unito ad una continuità, che quasi mai i giallorossi hanno avuto nella loro storia di Lega Pro, non può che portare fiducia in tutto l’ambiente ed avere risvolti positivi anche a livello di eventuali svolte societarie, le quali non potrebbero che tener conto del ritrovato trend positivo della neonata banda-Bollini.

Guardando invece ai numeri, i salentini hanno conquistato tre vittorie consecutivi solo una volta quest’anno (Salernitana-Cosenza-Aversa, tra la decima e la dodicesima giornata d’andata), troppo poco per un club di alte ambizioni come il Lecce. Ambizioni che vanno ritrovate e recuperate quanto prima, soprattutto alla vigilia di un trittico di fuoco che vedrà i giallorossi impegnati, nel giro di dieci giorni, con Casertana fuori e Juve Stabia e Salernitana in casa, per tre scontri diretti dopo i quali si saprà qualcosa in più sul futuro prossimo di Moscardelli e compagni. Ecco perché infilare la terza vittoria di fila con il Messina e preparare un terreno fertile è davvero molto importante.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

Lascia un commento