LECCE – Sono passati dal Salento anche loro: ecco il ‘Tir’ e Marilungo

Foto: Simone Tiribocchi @Alessandro Pizzuti)

Uno ha già spento le sue 34 candeline. L’altro deve ancora compiere 23 anni. Uno segna e simula di tirare la catena del clacson di un tir. L’altro esulta facendo un cerchietto con le dita davanti alla propria bocca… I più avranno capito di chi si tratta. Sono due dei quattro ex giallorossi che oggi militano nelle fila dell’Atalanta: Simone Tiribocchi e Guido Marilungo.

IL TIR – Simone Tiribocchi arrivò nel Salento nel gennaio del 2007. Il bomber di Fiumicino approdò a Lecce dopo una prima parte di stagione piuttosto opaca nel Chievo, in Serie A, dove riuscì ad andare a segno solo tre volte. Arrivato nella squadra salentina il calciatore riuscì a trovare il feeling con il gol e raggiunse con il Lecce una facile salvezza. L’anno successivo fu uno degli artefici della grande promozione in Serie A con Papadopulo in panchina. Il bomber di Fiumicino mise a segno 18 gol in stagione, compreso il rigore vincente nel 2-1 contro il Pisa, semifinale di ritorno dei playoff di quell’anno. Nella massima serie il Tir andò a segno per 11 volte ma la squadra giallorossa ebbe una stagione molto travagliata e tornò in Serie B salutando il Tir che si trasferì alla squadra bergamasca lasciando, probabilmente con un po’ di dispiacere, i suoi soggiorni estivi sulle spiagge di Torre Lapillo.

MARILUNGO – Proprio nella stagione successiva alla retrocessione, per un Tir che partiva ecco che arrivava dalla Samp un giovanotto di belle speranze: Guido Marilungo. Il Lecce, sceso in B con De Canio, aveva una squadra potenzialmente pronta per la risalita ma si trovò a lottare con diverse squadre come Torino, Brescia, Sassuolo, Reggina e un sorprendente Cesena. Quell’anno Marilungo partì un po’ in sordina più per la scelta del tecnico che per suoi demeriti. Ma il giovane di Montegranaro riuscì partita dopo partita a guadagnare sempre più spazio a discapito di Baclet e Defendi. Con Corvia creò una coppia gol molto efficace che riportò la squadra in Serie A coronando la promozione con il successo del campionato di Serie B, il primo nella storia del Lecce. Marilungo con il Lecce ha collezionato 13 gol in 35 partite e in Salento ha anche trovato l’amore. La sua avventura a Lecce terminò sul pullman celebrativo in occasione della promozione in A dopo il “biscotto” nell’ultima giornata contro il Sassuolo. Tornato a Genova, il giovane trova pochissimo spazio in maglia blucerchiata tanto che nel gennaio dello scorso anno viene ceduto all’Atalanta.

Articoli Correlati