LECCE – Post match, Moriero: “Scusate, colpa mia. A.Tesoro: “Inguardabili”

francesco-moriero-ph-cassone

Foto: F. Moriero (©Cassone)

E’ un Francesco Moriero deluso ma deciso e voglioso di ripartire da questa brutta prestazione quello che si presenta alla stampa nel dopogara: “Chiedo scusa, è stata colpa mia, il responsabile sono io. Le colpe dei singoli giocatori vengono dopo, perché sono io che li ho scelti, e probabilmente dovevo agire in maniera diversa. La prestazione? C’è poco da dire, gli errori sono stati tanti e sono deluso perché in settimana avevamo preparato una partita decisamente diversa, sebbene ci aspettavamo un L’Aquila pronto a sfruttare i nostri errori. Abbiamo avuto un approccio negativo sul piano psicologico, fisico e tecnico, sebbene fino alla rete del vantaggio avversario, non stavamo giocando male e sicuramente stavamo facendo meglio di loro”.

Sulla posizione di Bogliacino ha aggiunto: “Io penso che questa sia la posizione giusta per lui. Sapevo che alle prime difficoltà sarei stato criticato su questa scelta, ma sono ancora convinto che, con le dovute modifiche e i necessari miglioramenti, possiamo fare bene con questo assetto”.

“Su questa prestazione inguardabile potremmo parlare per ore, – ha concluso il tecnico leccese – ma le parole le porta via il vento. Noi dobbiamo ripartire da queste difficoltà, che comunque sapevo di dover affrontare quando ho accettato questo incarico, e solo con il lavoro e con la voglia di onorare questi colori possiamo uscire da questo momento difficile. Dobbiamo reagire subito”.

Prima di Moriero si erano presentati in sala stampa il tecnico della squadra ospite Pagliari e il DS del Lecce Antonio Tesoro.

Pagliari ha analizzato la gara dei suoi: “Abbiamo fatto molto bene. Qui si parla dei grandi demeriti del Lecce, ma io dico che noi abbiamo fatto una grande gara sfruttando al meglio le nostre buone potenzialità. Anzi, potevamo chiudere prima la gara, se solo avessimo finalizzato alcune opportunità che ci eravamo creati sfruttando gli ampi spazi”.

Antonio Tesoro si è presentato ai giornalisti per chiedere scusa a nome della società: “Non mi soffermo sulla prestazione, che è stata palesemente inguardabile sotto ogni aspetto. Chiedo scusa a tutti i tifosi, dobbiamo assolutamente reagire con orgoglio, perché tifoseria e città non meritano certo prestazioni di questo genere”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati