LECCE – Post-Lupa Roma, Chini: “Niente da salvare, serve essere più cinici”

Foto: Lerda e Chini, alle spalle - @TMW

Niente da salvare per il vice Lerda, Giacomo Chini, all’indomani della sconfitta di Aprilia: “Non siamo stati presuntuosi – dice – nessuno pensi che siamo venuti qui a chiederci dove si trovasse la Lupa Roma. Li conoscevamo bene, avendoli visti giocare in Coppa Italia. Una squadra che sapevamo non ci avrebbe concesso nulla. Siamo venuti qui a giocarci la partita col massimo impegno, certi che ci sarebbe stata la prestazione. Il risultato, quello no, non si può ipotecare”.

E poi aggiunge: “Le assenze non possono essere prese come alibi. Se il primo tempo è stato accettabile, nel secondo c’è stato un black-out totale. Avevamo avuto anche la palla buona per il due a zero con Moscardelli e Della Rocca, ma senza dubbio la ripresa è stata bruttissima, non alla nostra altezza. Condizione precaria? Era previsto, dato che eravamo costretti a mettere in campo molti giocatori che non avevano i 90 minuti nelle gambe. In difesa, per esempio, abbiamo dovuto mettere in campo Carini, appena arrivato, Rullo, che non giocava da molto tempo e Sacilotto che ha giocato poco in questo gruppo”.

Una punzecchiata a Carrozza e Doumbia “che sono a corto di preparazione e devono dare di più, erano entrambi sotto tono. In questi campionati – conclude Chini conta soprattutto la concretezza, in certe circostanza bisogna essere più cinici e meno belli”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati