LECCE – Pagelle: Diniz e Lopez maestosi. Amodio e Salvi impeccabili, Miccoli si sacrifica

Foto: M. Diniz (@TMW)

LECCE-BENEVENTO, le pagelle

LECCE

Perucchini sv Spettatore non pagante, si regala qualche brivido con un paio di rinvii ed uscite da rivedere

D’Ambrosio 6 In attacco si propone poco, ma in fase difensiva è attento e non si fa mai superare nonostante qualche problemino fisico che lo costringe all’uscita anticipata

Vinetot 7 Gara tranquilla in cui giganteggia contro un avversario non di poco conto come Felice Evacuo. Al limite della perfezione sulle palle alte, soffre (ma non troppo) quando il Benevento alza il ritmo. Resiste agevolmente fino alla fine

Diniz 7,5 Una delle più belle prove del brasiliano con la maglia del Lecce. Il gol è solo la ciliegina sulla torta rappresentata da una partita giocata al massimo di intensità ed attenzione, in cui anticipa sempre e non si fa mai superare. Maestoso

Lopez 7,5 E’ un giocatore di categoria superiore, e non perde occasione per dimostrarlo. Sulla fascia è un treno inarrestabile, e con Doumbia forma un asse da incubo per gli avversari. E’ decisivo in entrambi in gol con incursioni micidiali. Migliore in campo

Amodio 7,5 Prestazione maiuscola, non solo per il gol che apre le marcatura. Regia finalmente di alta qualità, prezioso anche in fase di interdizione e non possesso. Quando è in queste condizioni è fondamentale nel centrocampo giallorosso

Salvi 7 Papini è squalificato, ma non se ne accorge nessuno. Salvi risponde ancora una volta presente con una prestazione di fondamentale sostanza, soprattutto nella ripresa, quando i compagni soffrono il ritorno del Benevento

Ferreira Pinto 6,5 Imperfetto quando si tratta di finalizzare l’azione, ma utile nel lavoro di palleggio e ripiego in fase difensiva per aiutare un D’Ambrosio in affanno nella ripresa. Esce stremato

Bogliacino 6,5 Classe al servizio dei compagni. Da il via all’azione del vantaggio giallorosso ed è protagonista di un primo tempo di grande qualità. Nella ripresa cala e torna per dare una mano in difesa

Doumbia 7 Inarrestabile nella fase iniziale della partita, dialoga con Lopez che è una bellezza. Nel secondo tempo la stanchezza si fa sentire e perde lucidità, ma è protagonista di cavalcate per recuperare palla che si mertiano gli applausi di tutto lo stadio

Miccoli 6,5 Il capitano si batte impavido per la squadra contro avversari verso cui paga almeno venti centimetri. Il grande lavoro per i compagni gli fa perdere lucidità quando si tratta di concludere le azioni personali, ma ne fa sottolineare l’importanza per questa squadra

Beretta 6 Potrebbe sfruttare meglio gli ampi spazi che il Benevento offre, ma si limita a tenere palla e tornare ad aiutare i compagni

Abruzzese 6 Nuovo esordio in giallorosso. Non fa vedere palla agli avversari

Melara sv

All. Lerda 7,5 Carboni prova a sorprenderlo con un cambio di modulo dell’ultimo minuto e lui sfrutta la mezz’ora prima della gara per spiegare ai suoi come scardinare il muro campano. Risultato? Nel primo tempo gioca solo il Lecce, che conquista la quinta, meritatissima, vittoria consecutiva

BENEVENTO

Gori 6,5 Signorini 5 Mengoni 5 Padella 5 Di Cuonzo 5 Agyei 5,5 Doninelli 5,5 Som 5 Mancosu 5 Altinier 4,5 Evacuo 5 Negro 5,5 Campagnacci 5 Montiel 5 All. Carboni.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati