LECCE – Osti ai futuri proprietari: “Questa è una piazza gloriosa, serve serietà. Con Ferrero tutto sfumato? Ecco perché”

Carlo Osti

Foto: Carlo Osti (@Salentosport.net)

Fonte: Tele Norba |

Intervenuto nella mattinata di oggi nel corso del “Workshop Scouting 2015” (Giornata di studio per diventare osservatori organizzata presso l’Hotel Tiziano dall’agente di calciatori Pierandrea Casto) per parlare del “modello Sampdoria”, l’attuale ds blucerchiato Carlo Osti – ed ex ds giallorosso – ha risposto ad alcune domande riguardanti il futuro del Lecce.

Sono molto legato a questi colori – ha ribadito Osti, in Salento nella complicata stagione 2011/2012 – e spero che la situazione possa raggiungere un importante e positivo sviluppo il prima possibile, per il bene soprattutto dei tifosi. A prescindere da chi saranno i nuovi proprietari, è fondamentale che conoscano bene l’ambiente tutti gli aspetti di questa gloriosa società, affinché possano mantenere gli impegni che prenderanno con la massima serietà. Com’è andata finire con Ferrero? Lui era in cerca di un club satellite da affiancare alla Sampdoria, e Lecce gli piaceva molto. Questa è però una piazza troppo importante per svolgere il ruolo di affiliata ad un’altra qualsiasi società, ed è questo il motivo per cui non se ne fece più nulla”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

Lascia un commento