Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Miccoli e il giallorosso più vicini, A. Tesoro: “C’è la volontà di continuare insieme”

Il Lecce e Fabrizio Miccoli si stringono la mano e sono pronti a camminare ancora insieme. Mancano naturalmente i crismi dell’ufficialità e il nero su bianco dei contratti, ma c’è un accordo sulla parola. L’incontro di ieri tra la dirigenza giallorossa e l’entourage dell’ex Palermo ha avuto esiti positivi. Le parti hanno un raggiunto un accordo di massima: “Chi conosce Fabrizio sa che problemi di carattere economico non ce ne sono”, afferma il procuratore di Miccoli, Francesco Caliandro. “Nel calcio non si pongono condizioni. Nel calcio quello che conta è la passione sportiva. C’era la necessità di guardarsi in faccia, di capirsi dopo la grande amarezza della mancata promozione nella finale playoff. Lo si è fatto ed è stato un percorso costruttivo e necessario per migliorare e cercare i presupposti per costruire insieme qualcosa di nuovo. Ora Fabrizio andrà in vacanza. Ha da valutare le sue cose. Ci incontreremo di nuovo ma non so quando”.

Anche Antonio Tesoro la pensa come l’agente del calciatore: “Non esistono ostacoli economici. Abbiamo preso atto che c’è la volontà di proseguire insieme, ci dovremmo rivedere con il procuratore Caliandro per mettere a punto i vari dettagli ma sono fiducioso che si possa continuare. Noi ci siamo trovati bene con lui e lui con noi. Sappiamo che la Serie C non è una categoria che può valorizzare le sue doti, ma c’è la volontà di provarci”.

Non solo Miccoli: Tesoro è alla ricerca di una prima punta che possa integrarsi col bomber di San Donato. I nomi sono quelli degli svincolati Evacuo, Guazzo, Eusepi, Arma e Della Rocca.