Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – L’appello di mister Lerda: “Con il Frosinone gara decisiva, i nostri tifosi saranno fondamentali”

Nella serata di ieri il tecnico dei giallorossi Franco Lerda è stato ospite della trasmissione “Terzo Tempo Sera” andato in onda su TGNorba24.

Lerda ha parlato soprattutto del prossimo impegno dei suoi ragazzi, ossia la gara con il Frosinone in programma domenica, e ci ha tenuto a sottolineare quanto la cornice di pubblico sarà importante per il big match: “Quella con i ciociari non sarà una partita come le altre che abbiamo affrontato finora, sia perché ospiteremo la squadra che più di tutte è stata in testa alla classifica sia perché questo incontro sarà molto probabilmente decisivo per le sorti del campionato. Loro sono una squadra forte e lo sappiamo, per questo sfrutteremo la settimana per preparare al meglio la gara sia dal punto di vista tattico che mentale. Siamo un grande gruppo composto da giocatori abituati a reggere certe pressioni, per questo sono convinto che domenica avremo l’atteggiamento giusto. Al di là del nostro approccio, però, un ruolo fondamentale sarà svolto dal pubblico. Ho sentito che la vendita dei biglietti prosegue bene, ma io per domenica voglio una bolgia. Spero che i tifosi non siano settemila, ma che si superino le dodicimila presenze, perché per noi sarebbe davvero importante”.

Il tecnico piemontese ha poi parlato delle possibilità di primo posto dei suoi alla luce anche degli impegni successivi delle tre contendenti: “Il campionato è aperto, e credo che lo sarà fino all’ultima gara. Vincere a Grosseto è stato fondamentale per le nostre possibilità, e credo si sia visto anche dalla mia esultanza. Spero di poter esultare ancora di più in futuro, ma come sappiamo non dipenderà solo da noi. Ciò non vuol dire però che il Lecce abbia poche possibilità, anche perché all’ultima giornata Perugia e Frosinone si affronteranno ed alla penultima, quando noi andremo sul difficile campo del Pisa, non meno ostici saranno gli impegni delle nostre avversarie con Salernitana e L’Aquila. I giochi sono aperti, e credo che noi abbiamo tante possibilità di arrivare primi. Ciò è già motivo di orgoglio per me, se si pensa che fino a non molto tempo fa pensare in questi termini era davvero impossibile. Per questo ringrazio squadra e società che hanno svolto un ottimo lavoro”.