LECCE – La ricetta di Cosmi: “Vincere attraverso il gioco”

Emozionato, determinato e con tanta voglia di partire con il piede giusto. E' un Serse Cosmi sereno e carico il giorno della vigilia di Lecce-Lazio, quella che sarà la partita del suo debutto sulla panchina giallorossa. Sfida delicata e dalle tante aspettative, in cui ciò che conta è ottenere un risultato positivo, il primo stagionale tra le mura amiche del "Via del Mare": "Sono emozionato – spiega l'allenatore umbro – ma appena sarà iniziata la partita passerà tutto. Sento la respoonsabilità di dare delle soddisfazioni ad una città che in questo periodo ha sofferto tanto per le sorti della propria squadra del cuore".

STRANI "INCROCI" "Contro la Lazio ho fatto il mio esordio sulla panchina del Palermo nello scorso campionato e ora domani avrò di fronte nuovamente la squadra laziale. In questo momento, però, qualsiasi avversario sarebbe la stessa cosa, tenendo giustamente in considerazione la Lazio, in questa settimana ho pensato tanto al Lecce. Vogliamo dimostrare già dalla partita di domani di poter conquistare un risultato positivo e questo anche se abbiamo di fronte una squadra come la Lazio la cui classifica la dice lunga sulla forza della squadra laziale. Reja ha detto andiamo a Lecce a battere il romanista Cosmi? Spero che sia stata solo una battuta, ma ora penso solo alla partita di domani e rimango concentrato sul nostro obiettivo".

PUNTI DI FORZA"E' difficile avere delle certezze quando si allena una squadra da cosi' poco tanto tempo, quindi in questo momento ho solo delle sensazioni positive. Il Lecce è una squadra che, secondo me, è in grado di proporre qualcosa. Noi possiamo uscire da questa situazione di classifica solo ad una condizione, attraverso il gioco. Non dico tanto il bel gioco, ma penso ad un gioco identificabile, con della qualità. Possibile 4-1-3-2? Lo abbiamo provato in settimana ed è possibile che mettero' in campo la mia squadra con questo modulo".

DI MICHELE OK "Nella formazione titolare di domani dovrò tenere conto delle varie situazioni relative a chi esce da poco da un infortunio. In allenamento ho visto bene Di Michele era molto vivace e pimpante, anche Giacomazzi l'ho visto in una buona condizione. Per quanto riguarda Olivera il problema muscolare, che ha avuto e che ha superato, non gli ha permesso di continuare ad allenarsi con continuità dopo l'infortunio al ginocchio. Detto questo, alla mia squadra voglio dare una personalità e un'identità, ma soprattutto i miei ragazzi devono essere consapevoli delle loro potenzialità".

SALVEZZA POSSIBILE "Secondo me il Lecce ha il destino nelle proprie mani, in classifica non ci sono distacchi incolmabili. Certamente non possiamo pensare di recuperare subito lo svantaggio, ma nel lungo periodo lo possiamo fare. La classifica dice che siamo in ritardo ma la squadra che ho preso in mano ha le possibilità tecniche di sovvertire i pronostici. Sono fiducioso tenendo in considerazione l'attuale ritardo in classifica e contando anche su quella componente chiamata fortuna che ci dovrà accompagnare in questo cammino. Siamo nella situazione di non poter programmare più di tanto, però al di là di quello che si può pensare, questo gruppo di ragazzi ha tanta qualità. Buttando un occhio alle squadre italiane che lotteranno fino alla fine per il nostro stesso obiettivo, non vedo squadre superiori al Lecce".

SINTONIA CON I TIFOSI "Ieri ho avuto un colloquio tranquillo e sereno con i nostri sostenitori che mi hanno chiesto di pretendere il massimo dalla mia squadra e io ho risposto loro che sarà cosi' e che i miei ragazzi non usciranno dal campo mai sconfitti moralmente. Naturalmente ho detto loro che voglio anche vincere e che ci impegneremo al massimo nell'obiettivo salvezza, come e' giusto che sia. Voglio fare bene alla guida del Lecce anche per loro perche' meritano delle soddisfazioni da parte della squadra che amano e per cui soffrono se le cose non vanno bene".

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati