Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – I tifosi ci credono e preparano l’invasione giallorossa. Ma intanto da Frosinone…

Il conto alla rovescia è partito ormai da tempo, ben prima della trasferta vittoriosa di Grosseto e ben prima che il Lecce arrivasse ad un solo punto dai ciociari. Ormai siamo a quattro giorni dall’attesissimo big match tra le squadre di Lerda e Stellone, mai così vicine in campionato e, soprattutto, mai tanto alla pari per quanto riguarda le possibilità di primo posto finale.

La tifoseria giallorossa attende questa sfida almeno dalla gara d’andata, segno che in questa gara, oltre alle speranze promozione, in ballo c’è anche di più, ossia soddisfare quel desiderio di rivincita che i sostenitori leccesi covano dai minuti immediatamente successivi al fischio finale emesso dal signor Abisso di Palermo nella gara d’andata, condizionata fortemente dall’operato del direttore di gara. A questo vanno aggiunte, oltre le normali tensioni intrinseche a qualsiasi lotta per ambiti traguardi, anche la lunga coda di polemiche riguardo presunti favori alla società frusinate (come sostengono i tifosi di Lecce e Perugia) seguiti alle discutibili quanto famose dichiarazioni del dg gialloazzurro Salvini, che hanno fatto infuriare ed insospettire l’ambiente umbro e quello salentino.

Un mix di componenti che rendono infuocata la settimana che precede il big match, in previsione del quale i tifosi delle due squadre, avendo piena fiducia nell’operato di due tecnici (Lerda e Stellone) che quest’anno non hanno steccato quasi mai, si concentrano soprattutto sul fare la loro parte, ossia assicurare ai propri beniamini un supporto adeguato alla posta in palio ed all’amore che nutrono per la maglia.

In casa Lecce i tifosi stanno sfruttando i vari forum e social network per organizzare una vera e propria “chiamata al dovere”, incitando i più “timidi” a partecipare al match di domenica, per rendere il “Via del Mare” quella bolgia che Lerda ha tanto richiesto. Emiliano Curlante, affezionato sostenitore giallorosso, scrive: Domenica abbiamo bisogno di tutti, Domenica lasciamo perdere chi c e sempre stato o chi è venuto per la prima volta (… )Quindi ragazzi, mettetevi in testa, soprattutto per coloro che verranno in curva…Bisogna cantare! (…) perchè mai come domenica i ragazzi stanno chiedendo il nostro aiuto! Avanti Salento, il Lecce ti appartiene!”. Gli fa eco Fabio Mancini: “Domenica undici leoni! Anzi 12 con la Nord”.

Se i leccesi si preparano per accorrere in massa nell’impianto cittadino, a Frosinone la partita non è attesa certo con meno enfasi. La tifoseria ciociara dovrebbe infatti accorrere in massa, rispondendo presente ai tanti appelli e striscioni che hanno invaso il comune laziale al grido tutti a Lecce“, “destinazione Lecce” ed “Onoriamo i nostri colori”.

Alla luce del clima che si respira nelle due città, anche se domenica così come nelle giornate successive ogni esito sportivo sarà possibile, una certezza c’è: questa gara avrà una cornice di pubblico eccezionale.