Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – I precedenti al ‘Matusa’, anche qui bilancio in parità: due vittorie a testa

Quello che inizierà alle ore 18, quando il signor Ros di Pordenone fischierà il calcio d’inizio, sarà il Frosinone-Lecce senza dubbio più importante di sempre, vista la posta in palio ed il risultato della gara d’andata che rende quella di oggi una vera e propria gara secca. In terra ciociara, però, si sono già disputati quattro precedenti, tre in Serie B ed un in Lega Pro, per un bilancio complessivo di due vittorie a testa.

Il primo Frosinone-Lecce fu il 1 novembre 2006, nella stagione del ritorno in B dei salentini dopo tre anni consecutivi di A. In panchina c’era Zdenek Zeman per il suo mandato-bis, che come sappiamo non ha avuto gli esiti sperati. Ed infatti i giallorossi, in netta involuzione dopo un ottimo inizio di campionato, vengono sconfitti per 2-1 dalla squadra di Iaconi, capace di rimontare grazie alle reti di Lodi e dell’ex Margiotta il vantaggio leccese del “pajarito” Valdes. I giallorossi chiuderanno la stagione al nono posto, con otto punti in più del Frosinone dodicesimo.

Un anno più tardi, la stagione si apre proprio con Frosinone Lecce. Il 25 agosto 2007, i salentini di Giuseppe Papadopulo, che disputeranno un grandissimo campionato chiuso con il ritorno in A dopo i play-off, si impongono per 1-2 contro i gialloazzurri allenati dall’ex Cavasin, che chiuderanno il torneo con un ottimo decimo posto, grazie alle reti di Tiribocchi ed Abbruscato, che renderanno vana la marcatura di Lodi.

Il 6 febbraio 2010 sulla strada del Lecce di De Canio, lanciato verso il pronto ritorno in Serie A, c’è ancora un ex (e futuro) giallorosso sulla panchina dei ciocari: Checco Moriero. Il suo Frosinone è però schiantato dai giallorossi che chiuderanno il torneo in testa, ed al “Matusa” si chiude con un secco 0-4 grazie alle reti Munari, Marilungo (doppietta) e Di Michele. Il Frosinone chiuderà la stagione al sedicesimo posto che vale comunque la salvezza.

Si arriva dunque al precedente di quest’anno: 8 dicembre, in terra ciociara il Lecce di Lerda, lanciato verso una grande rimonta, è fermato da un Frosinone meno brillante del previsto ma “fortunato” in occasione delle molto discutibili decisioni dell’arbitro Abisso, capace di assegnare il rigore del pareggio a fine primo tempo, che il Lecce stava conducendo 0-1 meritatamente grazie al gol di Miccoli, per un improbabile fallo di Diniz avvenuto comunque nettamente fuori area. Nella ripresa salentini frastornati e padroni di casa capaci di chiudere la gara con le reti di Daniel e Matteo Ciofani per il 3-1 finale. Per Miccoli e compagni la speranza è che oggi vada radicalmente in modo diverso.