Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Doppia seduta a Squinzano, Lerda prova il 3-5-2. È emergenza sulla corsia destra

La preparazione dei giallorossi di mister Lerda in vista del prossimo impegno di campionato con il Matera è proseguita oggi con una doppia seduta di allenamento a Squinzano.

Nella mattinata lo staff ha fatto svolgere a Miccoli e compagni esercizi fisici ed atletici, mentre il pomeriggio è stato dedicato alla tattica. Come nella giornata di ieri, anche oggi il tecnico piemontese ha impostato la squadra, nel corso delle esercitazioni, con un 3-5-2 che sembrerebbe essere il modulo più accreditato ad essere utilizzato in campo sabato con i lucani. La principale ragione di questa è l’emergenza terzini destri, causata dalle momentanee indisponibilità di D’Ambrosio e Diniz e dalla concomitante squalifica inferta a Donida.

Con il 3-5-2, davanti ad una difesa con Martinez, Abruzzese e Carini (il trio più messo alla prova nelle ultime sedute da Lerda), Lopez vedrebbe avanzato il suo raggio d’azione sulla sinistra, mentre sulla destra verrebbe spostato Doumbia, con Mannini, che in questo ruolo ha giocato con Brescia, Samp e Napoli in Serie A, pronto a subentrargli qualora il franco-maliano trovasse difficoltà in una posizione ben più arretrata del solito. Con questo assetto troverebbe anche spazio in mezzo al campo un regista come l’ultimo arrivato Filipe, ben protetto ai fianchi da due giocatori abili nel rompere le maovre avversarie come Salvi e Papini. In attacco, Lerda ha provato sia la coppia Carrozza-Della Rocca che quella Miccoli-Moscardelli.

Meno attuabile, almeno ad oggi, appare la soluzione che vedrebbe il costaricano Martinez, autore di una grande prova con il Barletta e che già in passato ha dimostrato di essere un importante jolly difensivo, allargato nel ruolo di terzino destro, con il modulo che resterebbe così il 4-4-2 ormai marchio di fabbrica del Lecce di Lerda. Visto anche l’avversario, il Matera che Auteri fa giocare con un 3-4-3, l’ipotesi del cambio di modulo almeno provvisorio rimane l’ipotesi più accreditata, a meno di un recupero lampo di uno tra Diniz e D’Ambrosio, che anche oggi hanno lavorato a parte con Bogliacino e Vinetot.

I giallorossi proseguiranno la preparazione con una singola seduta in programma domani a Squinzano alle ore 9.30