LECCE – Di Michele e il bicchiere mezzo vuoto: “A Roma persi due punti, dobbiamo collaborare di più tra di noi”

David Di Michele nella salvezza ci crede, ci ha sempre creduto e ora che la quart'ultima dista solo una lunghezza ci crede ancora di più. Il bomber di Guidonia -undici gol nel campionato in corso- è pronto per affrontare il Napoli e spera che anche questa volta il Lecce dica la sua contro un avversario degno di nota: "Mercoledì con gli azzurri -spiega il 36enne attaccante di Guidonia- dobbiamo ripetere la partita fatta con la Roma, ma da qui alla fine dobbiamo essere più gruppo perché solo così ci si salva".

PAREGGIO STRETTO"Ieri con la Lazio si poteva vincere e se la partita fosse durata anche solo cinque minuti in più chissà come andava a finire. Nel primo tempo abbiamo avuto delle buone occasioni, ma non siamo stati in grado di concretizzarle.Stiamo perdendo un po' di spirito di squadra e devo ammettere che serve più collaborazione tra di noi. Mancano cinque partite alla fine e serve più coralità proprio in questo momento topico della stagione. Ieri abbiamo perso una grandissima occasione, abbiamo perso due punti".

OSTACOLO NAPOLI"Mercoledi si ritorna in campo e dobbiamo essere più attenti rispetto alla gara di ieri a Roma perché loro arriveranno qui galvanizzati dalla possibilità di raggiungere un obiettivo che dista solo quattro punti. Il nostro atteggiamento? Dobbiamo solo ripetere la partita disputata contro la Roma, bisogna prendere come esempio quella gara per fare bene".

LA CLASSIFICA "Quest'anno non c'è un anello debole, anche perché Cesena e Novara stanno giocando dando il massimo.Giocare contro queste squadre non è una passeggiata. Non possiamo solo guardare una squadra da rincorrere, ma dobbiamo stare attenti a tutti perchè basta solo sbagliare due partite e poi ci si trova in difficoltà. Per stare tranquilli bisogna arrivare a 44 o 45 punti, penso che poi solo dopo le gare di domenica prossima si potrà definire una quota salvezza".

LA FORZA DEL GRUPPO"Il Napoli? Ricordo il derby con la Salernitana in cui segnai una doppietta agli azzurri e questo è il ricordo più bello, ma a parte chi fará gol mercoledì noi ora dobbiamo cercare di raggiungere un obiettivo tutti insieme. Non ci si salva solo in quattro o cinque ma ci si salva e si retrocede tutti insieme. Se dovessimo raggiungere l'obiettivo sarà il traguardo di una città, di un gruppo e della società: qualche mese fa nessuno ci credeva, la salvezza sarebbe un miracolo".

I DUE BOMBER RITROVATI "Corvia e Bojinov? Sono linfa vitale per noi e questo specie quando subentrano a partita in corso. Possono rappresentare un grosso vantaggio da qui alla fine: entrambi sono stati bravi a sfruttare le occasioni che il mister gli ha dato. Esattamente come è successo lo scorso anno a Chevanton e mi auguro che non si fermino solo a questi due gol, ma che riescano a fare di più. Ci sono cinque partite in due settimane e qualcuno dovrà anche rifiatare, quindi ci sará spazio per tutti".

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati