LECCE – Di Michele: “Col Foggia un derby spettacolare. Emozionato dagli applausi del Via del Mare…”

Foto: D. Di Michele (@SalentoSport.net - P. D'Ambra)

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno |

Due anni al Foggia, ad inizio carriera, e altri due a Lecce nel recente passato: David Di Michele, attaccante in forza alla Lupa Roma e mai dimenticato dai tifosi salentini per le gesta in maglia giallorossa, inquadra il prossimo match di Lega Pro fra le sue due ex squadre. “Il mio attuale team – esordisce il classe ’76 – sarà impegnato domenica e pertanto sabato pomeriggio sarò incollato al monitor per gustarmi la sfida tra l’undici allenato da Piero Braglia e quello diretto da Roberto De Zerbi, una gara che si preannuncia divertente. In estate e a gennaio, il Foggia ha ritoccato nel modo giusto un organico la cui costruzione è iniziata nella passata stagione. Vanta una organizzazione convincente e viene indicato come una della della formazioni che esprimono il calcio migliore in Lega Pro. Il Lecce è ripartito da zero innanzitutto dal punto di vista societario, ma la sua rosa non è meno importante. I salentini sono in crescendo e sabato scorso, a Catania, hanno disputato un grande match e avrebbero meritato di conquistare l’intera posta in palio. Ci sono tutti i presupposti per un derby spettacolare“.

“Si può azzardare che si confronteranno la bellezza e la forza – aggiunge Di Michele – in quanto il complesso dauno gioca spesso bene, mentre quello salentino dispone di un grande strapotere fisico, ma si tratta di un giudizio riduttivo. A Catania, il Lecce ha espresso anche un ottimo calcio e se in avvio non ci fosse stato l’errore dal dischetto di Moscardelli, magari oggi sarebbe a pari punti con il Foggia. Si tratta di una sfida apertissima. Sabato, quindi, vinca il migliore, ma spero che sia la compagine guidata da Braglia. Lecce merita di calcare ben altri palcoscenici, anche se il torneo resterà comunque incerto, in quanto in lizza per la promozione diretta in B e per la qualificazione ai playoff ci sono cinque team e nessuno mollerà di una virgola. Il gruppo C è da sempre altamente competitivo e ogni incontro propone insidie enormi, se si affronta una big, ma anche se si gioca contro una compagine che ha come traguardo la salvezza“.

Di Michele, poi, rivive il passato con un filo di emozione: “Al Foggia sarò sempre grato per avermi lanciato nel calcio che conta, puntando su di me che provenivo dalla Lodigiani e dalla C1. Ero giovane, ma la mia esperienza fu estremamente positiva. A Lecce, ho vissuto le annate più belle della mia carriera in quanto è stata un’avventura entusiasmante, oltre che da un punto di vista professionale, anche da quello umano. Alla squadra giallorossa ho dato tanto, ma ho ricevuto altrettanto anche per l’affetto e la stima da una piazza appassionata, fatta di persone genuine e vere. Il feeling che ho avuto con la città è stato testimoniato anche dall’applauso scrosciante che ho ricevuto nello scorso torneo di Lega Pro, quando ho affrontato i salentini da rivale, con la maglia della Reggina, al Via del Mare. Un episodio – conclude l’attaccante di Guidonia – che mi ha emozionato e che resterà indelebile nel mio cuore”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

Lascia un commento