LECCE – Con il Benevento senza la propria guida in panchina: respinto il ricorso, Lerda squalificato

E’ di poco fa la notizia, comunicata dall’Us Lecce sul proprio sito web, della conferma della squalifica di una giornata inflitta a Lerda in seguito alle frasi espresse nel corso del match tra la sua squadra ed il Benevento di Brini domenica scorsa.

Una squalifica che proprio non ci voleva in un momento delicato come questo, in cui Miccoli e compagni dovranno rinunciare al carisma della propria guida tecnica a bordocampo. Una presenza che si è fatta sentire non poco nel corso di questa stagione, durante la quale il tecnico di Fossano, oltre a risultare quasi sempre impeccabile dal punto di vista della gestione della rosa e della preparazione tecnica, tattica e psicologica delle gare, si è mostrato fondamentale nel “suonare la carica” e nel prodigare consigli dalla panchina, tant’è che da quando è tornato alla guida del Lecce la squadra non ha mai fallito (Perugia e Pisa escluse) le gare più sentite.

Starà  ora agli uomini più esperti e grintosi della compagine salentina, come capitan Miccoli, Papini, Martinez ed Abruzzese, farsi sentire in campo ed al “secondo” di Lerda, Giacomo Chini, guidare la squadra dalla panchina, seguendo i dettami tattici che il mister comunicherà  dalla tribuna e preparerà , in maniera ancor più minuziosa del solito, in settimana.

Di seguito riportiamo il comunicato completo presente sul sito del club di Piazza Mazzini:

“La Corte di Giustizia Federale, che si è riunita nella tarda mattina, ha respinto il ricorso presentato avverso la squalifica per una giornata del tecnico Franco Lerda. Pertanto mister Lerda non potrà  sedere in panchina nel match di ritorno contro il Benevento di domenica prossima.”

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati