Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Bogliacino: “Contento di essere qui, la partita col Carpi brucia ancora”. E su Moriero e Miccoli…

Forse non è casuale che le prime parole della nuova stagione arrivino da uno dei pochi a salvarsi in quella scorsa: Mariano Bogliacino è impegnato in ritiro, insieme a tutti i compagni, con grandi motivazioni di riscatto, ma inevitabile non pensare al recente passato ed alla delusione della finale playoff. “Abbiamo iniziato questo ritiro con molta voglia – esordisce il centrocampista – . Certamente dobbiamo dimenticare quello che è successo lo scorso anno perché è stata un fallimento per tutti, però, ora siamo pronti a ripartire. Guardandosi indietro la partita con il Carpi brucia ancora, però fa parte del passato del quale dobbiamo ricordarci gli errori commessi per non ripeterli più. Ho un contratto con il Lecce per altri due anni, sono “contento di essere qui e dopo la delusione dello scorso campionato tutti stiamo lavorando con un gran voglia”.

Un Lecce che non dovrà sottovalutare nessuno, mettendo sempre in campo grande grinta e determinazione: “Probabilmente verremo inseriti nel girone B, ma a prescindere dal nome degli avversari, abbiamo visto come non ti puoi permettere il lusso di mollare mai”. L’attenzione di Bogliacino si sposta poi sul nuovo tecnico e le prime impressioni destate: “Con mister Moriero abbiamo lavorato ancora poco, visto che per ora siamo impegnati per lo più in un lavoro atletico, però, già si vede che lui è un allenatore al quale piace giocare palla a terra. A livello tattico non ho alcun tipo di problema, come centrale di centrocampo ho già giocato in diverse squadre. Per il mister questa è una grande sfida, visto che è un salentino e sicuramente per lui è molto importante fare bene nella sua terra”.

Impossibile non chiudere con un riferimento all’acquisto più importante del Lecce, il Romario del Salento: “Miccoli? Lo conosciamo tutti, è un grande giocatore, ci darà una grossa mano, come noi dovremo darla a lui”.