L’AVVERSARIO – Ultimo e alla ricerca di se stesso, ma per il Lecce è bestia nera: il Catanzaro di Erra

coreografia_tifosi_catanzaro

Foto: Curva Catanzaro

Nel decimo turno del Girone C di Lega Pro, il Lecce di Piero Braglia andrà alla ricerca del poker di vittorie consecutive in campionato giocando in casa del Catanzaro di Erra, fanalino di coda e, al momento, principale delusione del torneo. Nonostante il largo divario in classifica tra le due compagini e pur considerando che per l’ex tecnico della Vigor Lamezia si tratta dell’esordio davanti ai propri tifosi in un clima tutt’altro che sereno, per i giallorossi salentini sarà un match tutt’altro che facile, vista la voglia di riscatto delle Aquile del Sud e, soprattutto, alla luce dei precedenti tra le due squadre che hanno visto molto spesso premiati i calabresi.

Quella in corso è per l’Unione Sportiva Catanzaro la ventiquattresima stagione in terza serie, categoria nella quale ha fatto l’esordio nei campionati nazionali nel lontano 1930. È in Serie B che tuttavia il Catanzaro si è stabilizzato per il maggior numero di anni con ben 28 tornei disputati (sebbene appena due nell’ultimo quarto di secolo), e l’ultima promozione tra i cadetti ha visto in panchina proprio Piero Braglia. Nel corso dei suoi quasi novant’anni di storia, il club catanzarese ha incontrato il Lecce in trenta occasioni tra B, C e Coppa Italia. I calabresi possono essere considerati una delle bestie nere dei salentini, poiché vantano quasi il 50% di successi con quattordici vittorie ottenute contro le appena sette del club di piazza Mazzini, più nove pareggi. L’ultima vittoria del Lecce è lontana 27 anni (Serie B 1987/1988, 2-0 con gol di Pasculli e Vincenzi), mentre il più recente successo del Catanzaro risale all’ultimo incontro giocato al “Vigorito”: il 28 marzo scorso i gol di Razzitti e Mancuso resero inutile il rigore di Lepore, in un match che vide come protagonista principale lo sciagurato arbitraggio di Lanza di Nichelino (tre espulsi tra i ragazzi di Bollini, e lotta ai playoff compromessa). L’ultimo precedente assoluto è invece datato 2 agosto, quando le squadre di Asta e D’Urso (entrambi esonerati) si misurarono nel Primo Turno di Coppa Italia in Salento in un match finito a reti bianche e che vide i padroni di casa avere la meglio dopo i calci di rigore.

Da quel match di mezza estate tanto è cambiato, in casa Catanzaro ancor più che in casa Lecce. Il club di Giuseppe Cosentino ha infatti visto notevolmente ridimensionati i propri progetti per la stagione, con il passaggio dall’obiettivo playoff a quello minimo della salvezza. Un netto passo indietro per una società, reduce dai fallimenti del 2006 e del 2011, ma che negli ultimi anni si era resa protagonista di campionati a ridosso delle prime della classe. Le prime nove gare di campionato hanno però portato i giallorossi di Calabria, come detto, a mutare i propri obiettivi,e  non potrebbe essere altrimenti visto il misero bottino di cinque punti raccolti fino ad oggi con appena una vittoria in casa con il Martina.

Il pessimo avvio ha portato all’esonero di Massimo D’Urso, sostituito poco più di una settimana fa da Alessandro Erra, lo scorso anno protagonista di un’ottima stagione nella vicina Lamezia Terme. L’esordio del neotecnico non è stato dei migliori, visto che la sua squadra è uscita sconfitta dal match casalingo con l’ex fanalino di coda Matera, da cui è stata scavalcata. Ora i ragazzi di Erra sono in cerca di riscatto, ma soprattutto di trovare una quadratura necessaria se vogliono risalire la china.

Per farlo mister Erra dovrebbe proporre diversi cambiamenti rispetto all’ultima uscita, con dubbi di formazione che partono dal portiere, dove è già ballottaggio tra Grandi e l’ex Lecce Scuffia. In difesa potrebbero rivedersi Calvarese ed Orchi assieme a Ricci e Squillace, mentre in mediana il veterano Giampà dovrebbe essere affiancato da Maita, in sostituzione dello squalificato Agnello. In avanti Taddei, Mancuso e lo scuola Lecce Ingretolli dovrebbero supportare l’unica punta Razzitti.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

  • corvino-pantaleo-2013-ss-02 LECCE – Ufficiale, Corvino ritorna in giallorosso

    Pantaleo Corvino è il nuovo responsabile dell’area tecnica dell’Unione Sportiva Lecce. Lo ha comunicato la società giallorossa pochi istanti fa, attraverso i propri canali ufficiali. L’incarico col dirigente di Vernole avrà durata triennale. La conferenza stampa di presentazione è programmata per lunedì 10 agosto alle ore 11 presso il Palazzo del Banco di Napoli a…

  • lecce-stemma-generica-leccesette LECCE – Dai social delusione, orgoglio e voglia di ripartire: le parole di Gabriel, Lucioni, Donati, Barak, Mancosu, Petriccione e Lapadula

    A distanza di qualche giorno dalle 23 di domenica scorsa, quando il Lecce è ufficialmente retrocesso in Serie B, è ancora tanta la delusione e la rabbia da parte dei calciatori giallorossi, espressa attraverso i propri canali social. Ma c’è anche tanta consapevolezza di aver dato tutto, sino all’ultima goccia di energia, in una stagione…

  • meluso LECCE – Ufficiale, si separano le strade col ds Mauro Meluso

    Si avvicina sempre di più il ritorno di Pantaleo Corvino a Lecce. Poco fa, la società di via Costadura ha comunicato l’interruzione del rapporto contrattuale col ds calabrese, artefice delle due promozioni dalla C alla A. “Il direttore Meluso – si legge – ha significativamente contribuito al raggiungimento della doppia promozione del Club dalla Lega…

  • lega-serie-b-logo-2018-19 SERIE B – La lista (approssimativa) ai nastri di partenza del campionato cadetto 2020/21

    Hanno preso il via ieri sera i playoff di Serie B che vedevano in ballo anche l’Empoli di Andrea La Mantia, eliminato dal Chievo dopo l’1-1 al Bentegodi al 120′. Lo stesso La Mantia, inoltre, ha fallito un calcio di rigore al 103′, ma non è stato il solo: nei tempi regolamentari, avevano sprecato un…

  • corvino pantaleo ss LECCE – Tre prove che fanno un indizio: l’ipotesi Corvino (con Liverani) regge

    L’ipotesi di un ritorno di Pantaleo Corvino a Lecce regge. L’idea era già nell’aria anche prima di Lecce-Parma di domenica scorsa. La proprietà di via Costadura si è riunita due volte negli ultimi tre giorni, prima e dopo la funesta partita persa contro i ducali. C’è, di base, il desiderio di porre le fondamenta per…

Lascia un commento