LA PARTITA – Troppo Lecce per il Savoia, Papini regala la vittoria ai giallorossi. Per Bollini esordio vincente

PAPINI MICHEL CAPUTO

Torna a sorridere il Lecce, che nel giorno d’esordio del terzo allenatore stagionale, Alberto Bollini, ha la meglio di misura su un Savoia, avversario che si è dimostrato tutt’altro che irresistibile. Un 1-0 che sta decisamente stretto ai giallorossi, i quali hanno fallito almeno cinque nitide occasioni da rete dopo aver trovato il vantaggio ma si sono resi protagonisti di un’ottima prova. Grazie a questa vittoria il Lecce aggancia al quarto posto la Casertana, a ridosso della zona play-off.

Nel primo tempo il Lecce dimostra un ottimo approccio alla gara, schiacciando il Savoia nella metà  campo avversaria:  pur non riuscendo a creare particolari preoccupazioni al portiere dei campani nelle primissime battute. Al 13’ i giallorossi si rendono pericolosi per la prima volta pericolosi con un’azione spettacolare: triangolazione sulla sinistra tra Bogliacino ed Herrera, il cui cross basso è raccolto da un colpo di tacco volante di Moscardelli che sfiora il palo. Al quarto d’ora lo stesso esterno panamense prova a fare tutto da solo e, dopo aver superato un avversario, lascia partire un destro che termina di poco al lato. Il Lecce continua a tenere sotto pressione la squadra avversaria e trova il meritato vantaggio al diciassettesimo: la difesa campana spazza un lancio diretto a Moscardelli ma la palla viene raccolta da Papini, il cui destro di controbalzo è imparabile per Gragnaniello. Dopo il vantaggio i giallorossi continuano a schiacciare gli avversari e vanno vicini al raddoppio al ventesimo con Herrera, che di destro al volo manda al lato da ottima posizione. Quattro minuti più tardi è invece Lepore a sfiorare il gol con una bella conclusione al volo di poco fuori dopo aver saltato Sirigu con un sombrero. Al 25’ prima fiammata ospite ad opera di Leonetti, il cui tentativo rasoterra dal limite è telefonato e facile per Caglioni. Il portiere giallorosso si deve ripetere due minuti dopo, quando è bravo e sicuro a bloccare il calcio di punizione mancino di Ferrante. Al 29’ il Lecce torna a rendersi pericoloso con Diniz, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo si vede parare dall’estremo difensore ospite il tentativo di girata al volo. Al 34’ bella azione in progressione di Salvi che, dopo aver seminato gli avversari, conclude debole tra le braccia di Gragnaniello. Il portiere bianco scudato si deve superare al minuto quarantasei nell’ultima occasione da rete del primo tempo, quando devia sulla traversa il calcio di punizione di Moscardelli diretto sotto l’incrocio.

Nella ripresa Lecce subito pericoloso dopo tre minuti con un colpo di testa di Abruzzese, su angolo di Lepore, di pochissimo alto sulla traversa. Al quarto d’ora è il portiere ospite a dire di no alla girata da distanza ravvicinata di Bogliacino, sugli sviluppi di un’azione nata da uno spunto del neoacquisto Gustavo. Al 18’ è proprio il brasiliano ad avere sul mancino la palla del raddoppio, ma sul cross di Herrera calcia alto da ottima posizione. Al 23’ si vede per la prima volta nella ripresa il Savoia con Leonetti, che di destro calcia abbondantemente al lato dal limite dell’area. Alla mezz’ora si rinnova il duello Moscardelli-Gragnaniello, con il portiere campano ancora bravo nel dire di no ad un missile su punizione dell’attaccante giallorosso. Al 34’ altra clamorosa occasione per il Lecce: Sirigu manca il controllo e lascia via libera a Moscardelli che, solo davanti al portiere, angola troppo il suo destro e manca il raddoppio. Due minuti più tardi è invece Gustavo a mancare il facile raddoppio, facendosi parare il tentativo di cucchiaio da un attento Gragnaniello nell’ultima azione da rete della partita.

Nel prossimo turno i giallorossi saranno ospiti della Paganese nell’anticipo di venerdì sera.

QUI IL TABELLINO

QUI RISULTATI E CLASSIFICA

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati