LA PARTITA – Moscardelli non basta, il Lecce stecca al debutto. Tris Fidelis Andria al Via del Mare

Foto: @leccesette.it

Parte con il piede sbagliato il nuovo corso del Lecce targato Antonino Asta, che in un Via del Mare gremito viene battuto nel primo derby pugliese dalla Fidelis Andria, decisamente più concreta e cinica rispetto ai troppo fumosi giallorossi. Moscardelli e compagni entrano in campo con poca carica agonistica e pagano la maggiore voglia dei neopromossi biancazzurri, bravi a sfruttare al meglio il gioco creato. Come nella passata stagione, dunque, il club salentino apre il campionato con una sconfitta.

L’inizio di gara è da incubo per il Lecce, che subisce il gol ospite dopo appena cinque minuti: il cross di Piccinni trova liberissimo Onescu sul secondo palo, ed il destro al volo del rumeno è imparabile per Benassi. Il vantaggio della Fidelis Andria scuote i giallorossi, che iniziano a giocare decisamente meglio senza però riuscire a superare il muro difensivo biancazzurro. Al quarto d’ora i padroni di casa sfiorano il pari con Curiale, che manca per due volte il bersaglio grosso da dentro l’area piccola.Al 28′ gli andriesi pervengono, a sorpresa, al raddoppio: Strambelli svirgola il tiro al volo dal limite e la palla arriva al solissimo Grandolfo, per cui è fin troppo facile battere Benassi. Al trentatreesimo ancora Lecce con Moscardelli che, ben imbeccato da Suciu, sfiora il sette con uno spettacolare mancino al volo. Al 37′ primo intervento del portiere ospite Poluzzi, costretto a respingere con i pugni un siluro da fuori di Surraco. Otto minuti dopo ancora Moscardelli ha sul mancino al volo l’opportunità di realizzare, ma anche stavolta manca il centro da buona posizione. Sul finale di tempo Fidelis nuovamente insidiosa con Morra, il cui destro è respinto da Benassi.

La ripresa si apre con un Lecce arrembante e vicino al gol dopo dieci giri di lancette con un bel tiro dal limite di Moscardelli parato dal portiere avversario. Il gol per il bomber giallorosso è però solo rinviato: al diciottesimo Liviero vince un rimpallo e imbecca un liberissimo Moscardelli, il cui colpo di testa batte Poluzzi. Passano due minuti e Papini avrebbe sulla testa la palla del pari, ma la sua spizzata su punizione di Liviero termina al lato. Al quarantottesimo Moscardelli prova nuovamente a mettersi in proprio cercando il gol al volo con un destro dalla distanza, ma Poluzzi non si fa sorprendere. Un minuto dopo la Fidelis Andria trova il tris con Strambelli, che realizza dal dischetto il rigore procurato da Cianci.

Nel prossimo turno il Lecce sarà ospite della Juve Stabia.

QUI IL TABELLINO

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

Lascia un commento