LA PARTITA – Il Lecce di Bollini fa tre su tre. Mosca-Salvi gol ed il Messina è battuto

Non si ferma la marcia del Lecce di Alberto Bollini, che supera per 2-1 davanti al proprio pubblico un Messina capace di rendersi veramente pericoloso solo in occasione del gol del momentaneo pareggio. Un risultato dunque decisamente risicato se confrontato a quanto si è visto in campo, dove i giallorossi hanno collezionato occasioni da rete risultando tanto bravi in fase di sviluppo del gioco quanto imprecisi al momento di finalizzare. Con questa vittoria Moscardelli e compagni restano aggrappati al terzo posto a pari punti con la Juve Stabia, guadagnando invece due punti sulla Salernitana seconda distante ora sette punti.

Il primo tempo si apre con un Lecce dinamico e riversato in attacco da subito ed un Messina attestato a difesa della propria porta, sebbene il primo tiro in porta del match, al decimo minuto, sia di marca ospite con Mancini, il cui rasoterra da fuori è potente ma facile per Caglioni. Due minuti più tardi si vede in avanti il Lecce con Moscardelli, il cui tentativo mancino a giro è impreciso e termina al lato. Al 16’ Embalo si libera di Rullo con un gran numero e crossa di esterno per Gustavo, il cui colpo di testa è deviato in angolo da Iuliano. Al ventesimo i salentini passano meritatamente: Moscardelli subisce fallo in area di rigore e dal dischetto è freddo per il gol dell’1-0. Il vantaggio dei ragazzi di Bollini dura però nemmeno due minuti, con il Messina cinico a trovare subito il pari nell’unica vera occasione da rete del suo primo tempo: è Spiridonovic, dopo aver duettato al limite con Ciciretti, a superare Mannini ed insaccare di sinistro per l’1-1. Subito il pareggio il Lecce si riversa in attacco ma non si rende pericoloso fino al trentunesimo, quando Moscardelli solo in area di rigore spedisce alto di destro, suo piede debole, da buona posizione. Al 34’ ancora l’attaccante ex Bologna pericoloso con un calcio di punizione che termina però tra le braccia di Iuliano. Il portiere messinese si deve superare due minuti dopo quando Sacilotto, dopo aver ricevuto da Lopez, serve di tacco un liberissimo Moscardelli, il cui diagonale trova il pronto intervento del numero 1 avversario. Iuliano ancora protagonista nell’ultima azione del primo tempo al minuto quarantuno, quando è straordinario a dire di no ancora a Moscardelli, liberato a rete da un assist preciso di Embalo ma ancora poco concreto solo davanti al portiere avversario.

I primi minuti della ripresa sono ancora nel segno del Lecce, vicino al gol al quinto con Gustavo che, perfettamente imbeccato da Moscardelli, calcia a volo su Iuliano. Al 12’ Lecce in vantaggio con un’impeccabile incursione di Salvi, che sfrutta l’errore di Stefani e di destro realizza per il 2-1. Al quarto d’ora si rivede in avanti Embalo, vicino al tris con un mancino da limite al lato di non molto. Al 21’ ancora il portoghese ad un passo dal raddoppio, con un bel tiro lasciato partire dopo aver saltato due avversari ma ancora al lato di un soffio. Il Lecce cala i ritmi ma appare in assoluto controllo del match, sfiorando nuovamente il gol al minuto trentacinque con il neo entrato Lepore, il cui mancino da fuori sfiora l’incrocio. Ancora Lepore pericoloso tre minuti più tardi, quando la sua punizione dal limite è deviata in angolo da un reattivo Iuliano. Messina per la prima volta insidioso nella ripresa al minuto quarantadue, quando De Paula manda alto di testa da posizione defilata. Al 42’ il Lecce fallisce un buon contropiede con Papini, che di destro dal limite non centra la porta. E’ l’ultima azione da rete del match, che termina sul risultato di 2-1.

Nel prossimo turno i giallorossi di Bollini saranno ospiti della Casertana, nel match in programma domenica alle 16.

(In foto: l’esultanza della squadra a fine gara – @SalentoSport.net)

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

Lascia un commento