LA PARTITA – Bolide di De Feudis, per il Lecce è vittoria d’orgoglio. Paganese ko e secondo posto agguantato

de feudis caputo

Foto: De Feudis, il match-winner - @Michel Caputo

Il Lecce torna al successo, e lo fa superando in casa una Paganese che non ha risparmiato nulla agli avversari, ma che si è dovuta arrendere alla fame di vittoria ed all’orgoglio dei giallorossi. Un risultato giusto, nonostante per sbloccare il match sia servito un gran gol di De Feudis, dopo che Papini e compagni avevano incontrato non poche difficoltà a trovare la via del gol. Grazie a questi preziosissimi tre punti, i ragazzi di Braglia balzano al secondo posto, scavalcando il Foggia e mantenendosi sei punti sotto il Benevento capolista.

Il primo tempo registra un Lecce subito volenteroso alla ricerca del gol, ma dall’altra parte la Paganese non è per nulla arrendevole e prova ad imbastire qualche sortita offensiva, pur saltuaria. Al 9′ subito occasione colossale per andare in rete per i giallorossi, che però sprecano con un Curiale non impeccabile al momento della conclusione, parata da un buon Marruocco. Due minuti dopo è il portiere salentino Bleve a doversi però superare per negare la marcatura a Sirignano, il cui colpo di testa su cross di Esposito è deviato in angolo dal colpo di reni del numero 1 giallorosso. Al 12′ avanzata centrale di Palmiero, bravo nel crearsi lo spazio per il tiro ma non altrettanto nella conclusione, che termina sul fondo. Al 28′ si rivede in avanti l’undici di Braglia, insidioso con un tiro di Abruzzese che non trova la porta da buona posizione sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 33′ Marruocco è spettacolare nel deviare in angolo una bordata su calcio di punizione di Lepore diretto sotto la traversa. Al 39′ ancora Lecce in avanti con Surraco che serve Curiale in profondità, ma il destro al volo dell’attaccante si perde sul fondo. Due minuti più clamorosa palla-gol sprecata da Caturano che, ben servito da De Feudis, si vede respingere da Marruocco il potente sinistro sul primo palo. Al 47′ i padroni di casa rischiano la beffa in seguito ad un’incomprensione tra Cosenza e Bleve che libera Cunzi, il cui colpo di testa a porta sguarnita termina al lato.

La ripresa si apre con una conclusione di Lepore dopo appena due minuti di gioco, con la palla calciata al volo che si perde tuttavia sul fondo. Al 14′ il Lecce passa in vantaggio: al termine di un’azione insistita, la palla arriva sul destro di De Feudis, che lascia partire un destro potente che si insacca sotto l’incrocio dei pali e batte il giovane Borsellini, che nel finale della prima frazione aveva sostituito l’infortunato Marruocco. Passano quattro minuti e la gara subisce un’altra sterzata con l’espulsione di Cosenza, reo di aver trattenuto un Cunzi lanciato a rete. Alla mezz’ora occasione d’oro sul destro di Curiale, che una volta entrato in area si vede respingere dal portiere campano il destro a botta sicura. Al 44′ il neoentrato Moscardelli va vicino al gol con un tiro-cross che coglie la traversa prima di venire neutralizzato da Borsellino. Quattro minuti più tardi squadre in parità numerica in seguito al secondo giallo rimediato da Sirignano, che aveva atterrato un Curiale lanciato a rete. E’ l’ultimo brivido del match, che si conclude con il punteggio di 1-0.

Nel prossimo turno il Lecce sarà ospite del Benevento, nel match in programma alle 17.30 di sabato prossimo.

QUI IL TABELLINO

QUI RISULTATI E CLASSIFICA

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati