Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA PARTITA – Bogliacino in extremis regala i tre punti al Lecce. Salernitana battuta, la rimonta continua

Un epilogo emozionante come non se ne vedevano da tempo dalle parti del “Via del Mare”, con il Lecce che riesce a battere meritatamente ma solo all’ultimo minuto ed in rimonta una Salernitana che ha giocato ben al di sotto delle aspettative.

Inizio di partita che vede i giallorossi padroni assoluti del campo grazie ad un possesso palla costante, mentre gli ospiti attendono sornioni e si limitano a difendere e pressare con gli elementi più avanzati. Proprio grazie ad una palla rubata da Mancini in fase di disturbo nasce la prima occasione del match al minuto otto, quando la stessa mezzala granata viene anticipata all’ultimo istante da un tempestivo Petrachi dopo aver sfilato il pallone ad Amodio. Il pericolo corso sveglia il Lecce, che per tutto il primo tempo dominerà il campo non rischiando più e sfiorando ripetutamente il vantaggio. Al 10′ prima parata di Iannarilli, che blocca a terra il tiro debole di Doumbia. Due minuti più tardi è Papini a provarci, ma il suo gran destro al volo dal limite è di poco alto sulla traversa. Al 20′ spettacolare azione dei giallorossi con Doumbia che, dopo aver triangolato con Papini, serve una gran palla per Ferreira Pinto, il cui colpo di tacco è bloccato a terra da Iannarilli. Al 29′ è capitan Miccoli a rendersi pericoloso, con una punizione da posizione defilata che Iannarilli è abilissimo a deviare fuori. Sul calcio d’angolo seguente lo stesso Miccoli vede Amodio libero sul secondo palo, ma il destro al volo dell’uruguagio termina al lato. Al 34′ l’ultima occasione nitida del primo tempo: Bogliacino, lanciato a rete, riesce ad anticipare sia Molinari che Iannarilli, ma il suo colpo mancino termina di poco al lato.

Secondo tempo che si apre come si era concluso il primo, con il Lecce in avanti a testa bassa e la Salernitana chiusa a riccio a difesa del risultato. Al minuto quattro giallorossi subito vicini al vantaggio con il neo-entrato Beretta, che calcia alto dal limite dell’area. Cinque minuti dopo è Papini a povarci ma il suo destro al volo, su sponda di Doumbia, termina tra le braccia di un attento Iannarilli. Al 13′ arriva, a grande sorpresa, il vantaggio ospite: su cross di Foggia è Perpetuini ad anticipare tutti e portare i granata in vantaggio. Il Lecce accusa il colpo, ma dieci minuti più tardi va vicinissimo al pareggio con Papini, che colpisce il palo dopo un miracolo di Iannarilli, bravo a salvare sulla deviazione avventata di Piva.

Al 27′ ancora Lecce pericoloso con D’Ambrosio, che si vede deviare in angolo il suo esterno destro a colpo sicuro. Al 30′ i giallorossi pervengono al pareggio: calcio d’angolo di Bogliacino, traversa di Diniz e, sulla ribattuta, tocco sotto misura di Vinetot per l’1-1. Al 37′ Vinetot vicino al raddoppio ma stavolta il suo colpo di testa termina alto. Al 43′ Lecce ancora clamorosamente vicino al 2-1 con Ferreira Pinto, la cui zuccata da due passi termina fuori di pochissimo. Nell’ultimo dei quattro minuti di recupero l’episodio che decide la partita: Beretta conquista una punizione dal limite dell’area, e Bogliacino è bravo, complice una deviazione in barriera, a battere Iannarilli per il 2-1 finale.

Prosegue così la rimonta dei giallorossi, che nella prossima giornata andranno a giocare sul difficile campo del L’Aquila.

CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI LECCE-SALERNITANA