Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Banda contrato da Tchetchoua
copyright: Coribello/SalentoSport

LA CRONACA – Lecce senza cuore né anima. Al Verona basta un tiro deviato per far suo lo scontro diretto

Termina tra i fischi e nella contestazione del Via del Mare lo scontro diretto tra Lecce ed Hellas Verona, vinto dagli ospiti per 0-1. Una prestazione indegna da parte dei padroni di casa che ha indotto la Curva Nord addirittura ad invitare l’allenatore a farsi da parte. Ed ora la classifica fa più che mai paura, con i salentini superati proprio dai veneti ed a soli due punti dal penultimo posto.

D’Aversa cambia le mezzali del suo 4-3-3, riproponendo Gonzalez a destra e Oudin a sinistra. Per l’ex Baroni è 4-2-3-1 e Noslin riferimento offensivo. L’inizio di gara registra un Verona più in palla e voglioso di colpire. Ed al tiro già dopo un minuto con il destro alto di Duda. Più pericoloso Noslin al quarto: palla rubata a Pongracic e destro rasoterra tra le braccia di Falcone. All’undicesimo ancora scaligeri insidiosi con il colpo di testa di Lazovic dritto tra le braccia di Falcone. Al quattordicesimo Banda prova a dare una sterzata al match rubando palla a Tchatchoua e trovando la decisiva risposta di Montipò. L’occasione non sveglia però i salentini, che capitolano al 17′: Folorunsho riceve dal limite e calcia un pallone che, deviato da Baschirotto, si infila all’angolino. Il Lecce è così costretto ad avanzare il proprio raggio d’azione, trovando però la conclusione solo dieci minuti con il tiro-cross di Oudin deviato in corner da Montipò, che si ripete sull’angolo seguente dopo il colpo di testa di Gonzalez. Al 32′ tentativo mancino di Almqvist e palla che coglie la parte alta della traversa per poi perdersi sul fondo. Due giri di lancette e lo schema su punizione degli ospiti libera al tiro Suslov, conclusione lenta ed al lato. Al 44′ cross di Gonzalez per la testa di Krstovic, girata e Montipò devia salvando il risultato per i suoi.

Nella ripresa il Lecce prova da subito a fare la partita, inizialmente collezionando solo angoli e cross. Al 55′ da Banda a Krstovic, colpo di testa e deviazione in angolo della difesa. Il montenegrino ci riprova ancora di testa ed ancora senza fortuna cinque minuti più tardi, deviando al lato il cross di Oudin. Gli attacchi dei giallorossi sono lenti e confusi e la difesa scaligera ci va a nozze. Solo l’errore di Montipò al 74′ offre a Krstovic l’opportunità del pallonetto, calciato però fuori misura. Nel finali attacchi confusi e senza anima, zero rischi per Montipò. Finisce così 0-1.

Nel prossimo turno il Lecce sarà ospite della Salernitana, sabato alle 18.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA