Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Lecce molle e sprecone, l’Ascoli espugna al Via del Mare. Niente riscossa

Nessuno scossone positivo dopo i rinforzi sul mercato da parte del Lecce, che anzi subisce la prima sconfitta del 2021 con l’Ascoli, vittorioso 1-2. I giallorossi passano presto, ma si sciolgono di fronte all’aggressività marchigiana e sprecano le grandi opportunità per riprenderla. Ora si fa sempre più dura, e le prime posizioni rischiano di diventare un miraggio.

Corini schiera subito il neo acquisto Maggio e manda dentro a sorpresa Hjulmand come mezzo destro. Albero di Natale per lo squalificato Sottil, con Saribi e Bidaoui alle spalle di Dionisi. Equilibrio totale ad inizio match, che il Lecce prova a rompere al sesto con Mancosu. Il diagonale del sardo è deviato in corner da Leali. Al 12′ Henderson raccoglie il pallone sugli sviluppi di un corner, calciando male di sinistro: palla sul fondo. Un minuto dopo prima conclusione marchigiana con Sabiri, il cui destro è alto di poco dopo la deviazione di Lucioni. Dal corner Brosco di testa manda al lato da buona posizione. Al diciannovesimo prodezza di Leali, che manda in corner il mancino a giro dal limite di Tachtsidis. Il Lecce avanza e al 21′ la sblocca con Stepinski, che insacca da due passi di testa il cross di Coda. Subito dopo la ripresa del gioco Coda raccoglie un rinvio errato di Leali e, a porta quasi sguarnita, calcia clamorosamente al lato. Gol sbagliato, gol subito: al 27′ Stepinski sbaglia l’appoggio e lancia in porta Dionisi, che supera Pisacane e batte Gabriel. Reazione giallorossa e al minuto 34 Mancosu spedisce alto l’invitante corner di Tachtsidis. Nel finale di tempo l’assedio Lecce non porta grandi risultati, è pari all’intervallo.

Nella ripresa l’Ascoli scende in campo con un piglio ben più aggressivo, e al 48′ ha una grande occasione con Dionisi prima, su cui è prodigioso Gabriel, e con Sabiri poi, sul quale salva Zuta in corner. Ma il gol bianconero è nell’aria e arriva al 57′ con Dionisi, che ribadisce in rete l’ennesima prodezza di Gabriel sul destro dal limite di Saric. Dopo quattro minuti Coda getta al vento un’altra incredibile opportunità, mandando alle stelle l’assist di Hjulmand. Al 74′ Simeri lancia in porta Sabiri, che supera Gabriel con uno scavetto ma vede il suo pallone salvato sulla linea da Lucioni. Due minuti dopo tiro-cross di D’Orazio e lo stesso vicecapitano giallorosso rischia l’autogol, deviando in angolo. All’80’ anche Leali si esalta, stavolta su Nikolov che devia pericolosamente di testa la punizione di Mancosu. Al novantesimo Rodriguez si fa trovare libero da Coda, salta Leali ma è atterrato dal portiere: rigore, che Mancosu spreca malamente calciando alle stelle. È sconfitta 1-2.

Il Lecce tornerà in campo martedì nell’infrasettimanale, ospitando il Brescia alle 19.

(foto: SalentoSport/Coribello)

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA

Il gol di Stepinski
Rodriguez si guadagna un rigore al 90’…
…ma Mancosu calcia alle stelle