Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: archivio
copyright: Coribello/SalentoSport

LA CRONACA – Il Lecce più bello nel match più importante. Tris al Sassuolo e profumo di salvezza

Con una delle migliori prestazioni della stagione il Lecce fa valere la legge del più forte espugnando il campo del Sassuolo per 0-3. I giallorossi trionfano dominando la disputa in lungo ed in largo andando a conquistare tre punti meritatissimi e fondamentali. La classifica momentanea dice infatti addirittura +8 sulla zona salvezza.

Gotti torna al 4-4-2 ritrovando Krstovic in attacco e scegliendo a sorpresa Rafia in mediana. Ballardini opta invece per un 4-2-3-1 a propensione decisamente offensiva, con Defrel, Bajrami, Laurienté e Pinamonti in campo insieme. Il Lecce parte con un buon piglio ed al sesto sfiora per un nulla il gol del vantaggio, con Blin che di testa manda alto da due passi il traversone da calcio d’angolo di Oudin. All’undicesimo il gol arriva comunque: nuovo calcio da fermo di Oudin, parabola sul secondo palo dove Gendrey di testa stacca bene e batte Consigli. I giallorossi non si fermano ed insistono negli attacchi, trovando il raddoppio già al quarto d’ora: gran lancio di Pongracic per lo scatto di Gallo, assist di prima al centro e Dorgu col piede debole freddo nel superare Consigli. Con il passare dei minuti inizia a vedersi in avanti al Sassuolo, vicino al apri al 23′ con il colpo di testa di Pinamonti al lato di poco. Passa un minuto e Defrel tenta il tiro a giro da fuori, palla alta. Subito dopo la mezzora si rivedono in avanti i salentini quando il cross di Gallo non trova Piccoli ma Thorsdtvedt che, nel tentativo di anticipare il terzino, per poco non beffa Consigli che para in due tempi. Al 39′ pretenzioso tentativo di Toljan, mancino dalla distanza e palla ampiamente alta. Al 41′ per due volte invito di Krstovic a Piccoli e respinta della difesa emiliana in corner, dal quale Gendrey stacca bene mandando però alto. Tre minuti e Piccoli inventa per Oudin, che da due passi non trova la porta. Al 47′ la prima parata di Falcone, facile, sul telefonato tentativo in girata di Pinamonti subito prima dell’intervallo.

Secondo tempo e Krstovic che impegna Consigli di testa dopo pochi secondi. Molto più pericoloso Dorgu al minuto 54, quando il colpo di testa del giovane danese è salvato sulla linea da Ferrari. Al 61′ il Lecce trova comunque il terzo gol con una perfetta ripartenza. Krstovic apparecchia ancora una volta per Piccoli che, solo davanti a Consigli, lo buca per la terza volta. Quattro giri di lancette dopo Dorgu apparecchia un’altra gran palla per Piccoli, che stavolta è stoppato dal portiere neroverde. Al settantesimo da Gallo ancora a Piccoli, destro al volo e palla nettamente alta. Sul ribaltamento di fronte Mulattieri colpisce di testa e Falcone blocca con sicurezza. Al 73′ Pinamonti tenta la girata improvvisa dalla distanza, pallone largo sul fondo. Centovendi secondi ed il neo entrato Berisha lancia Krstovic, destro forte ma centrale e Consigli para. Nel finale ordinaria amministrazione per i giallorossi che portano facilmente a casa lo 0-3.

Nel prossimo turno il Lecce ospiterà il Monza, sabato prossimo alle 15.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA