Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Coda-Strefezza implacabili e Crotone ko. Il Lecce si riprende la vetta

Il Lecce torna a sorridere e lo fa strapazzando il Crotone, ko in un Via del Mare tornato festante. I giallorossi dominano alla lunga riuscendo a vincere in scioltezza, sfiorando anzi più volte il poker. Ora la classifica di B è tornata a vedere la formazione salentina davanti a tutti.

Baroni ripropone il 4-3-3 e ritrova dall’inizio Tuia in difesa, Majer a centrocampo e soprattutto Strefezza in attacco. Modesto schiera i suoi con il 3-4-2-1, scegliendo la coppia Marras-Kargbo alle spalle di Mulattieri. Inizio equilibrato ma con un Crotone più spigliato, capace di andare al tiro al sesto con un’iniziativa personale di Kargbo che calcia sull’esterno della rete di destro. Il Lecce si vede solo al diciassettesimo ma l’occasione è strepitosa: Calabresi entra in area avversaria, tocca per Helgason che di piattone trova la gran risposta di Saro. Poi l’azione continua e ancora il portiere è attento a parare a terra il mancino di Barreca. Passa un minuto e Saro si supera per opporsi al colpo di testa di Majer. Ancora Lecce trenta secondi più tardi sull’invito a nozze di Coda che Ragusa spreca calciando debolmente tra le braccia dell’estremo ospite. Al 27′ si rivede il Crotone, quando Kargbo appoggia per Marras che, contrastato da Hjulmand, calcia al lato. Capovolgimento di fronte e Barreca ci prova ancora da fuori: mancino al volo, palla la lato. Il meritato vantaggio giallorosso arriva al 35′: Hjulmand ruba palla a Vulic e imbecca subito Coda che, solo davanti a Saro, lo batte infilando l’angolino. Il Lecce continua a pressare e Calabresi all’occasione per raddoppiare al 43′, ma il suo tiro-cross trova la respinta sulla linea di Giannotti. Nel recupero del primo tempo Cuomo ferma con la mano il pallone aggiustato da Coda pronto a calciare a rete: rosso e rigore che il bomber trasforma agevolmente.

Nella ripresa ancora Lecce all’attacco da subito ed ancora rigore per i giallorossi al 51′, ma stavolta Ghersini al VAR rivede la decisione indicando il corner dopo il tocco di Vulic su Ragusa. Prima parata del match di Gabriel al 56′, quando esce bene basso sull’incursione di Kargbo. Minuto 59 ed è tris Lecce: cross di Calabresi, Majer raccoglie la respinta di Saro e appoggia per Strefezza che gonfia agevolmente la rete. Al 62′ colpo di testa di Lucioni su corner di Majer e palla alta di un nulla. Al 75′ l’azione si ripete e stavolta è il neo entrato Simic a non trovare di poco la porta calabrese. All’ottantesimo grande azione sulla destra di Listkowski e cross strepitoso per Di Mariano che manda al lato da due passi. Sfortunato Rodriguez all’88: il colpo di testa dello spagnolo, su grande invito di Barreca, coglie la parte superiore della traversa. Nel finale altre due occasionissime per Listkowski e Di Mariano fermati all’ultimo, prima del triplice fischio finale che sancisce il 3-0 giallorosso.

Nel prossimo turno il Lecce giocherà ancora tra le mura amiche, nell’infrasettimanale di mercoledì alle 18.30 con il Cittadella.

IL TABELLINO

Lecce, stadio Via del Mare
domenica 20 febbraio 2022, ore 15.30
Serie BKT 2021/22, giornata 24

LECCE-CROTONE 3-0
RETI: 34′ e 45+4′ rig. Coda, 59′ Strefezza

LECCE (4-3-3): Gabriel – Calabresi, Lucioni, Tuia (73′ Simic), Barreca; Majer, Hjulmand, Helgason (59′ Blin); Strefezza (60′ Di Mariano), Coda (78′ Rodriguez), Ragusa (60′ Listkowski). A disp. Bleve, Plizzari, Vera, Gendrey, Bjorkengren, Gallo, Asencio. All. Marco Baroni.

CROTONE (3-4-2-1): Saro – Nedelcearu (71′ Mondonico), Golemic, Cuomo – Calapai, Vulic, Kone (79′ Schirò), Giannotti – Marras (71′ Adekanye), Kargbo (63′ Schengg) – Mulattieri (79′ Cangiano). A disp. Festa, Esteves, Borello, Sala, Mogos, Awua, Maric. All. Francesco Modesto.

ARBITRO: Davide Ghersini di Genova (Valeriani-Bottegoni; IV Feliciani; VAR Dionisi-Bercigli).

NOTE: ammonito Di Mariano (L); espulso al 49′ pt Cuomo (C) per aver interrotto una chiara occasione da gol. Recupero 3, 5. Spettatori: 8.196.

RISULTATI E CLASSIFICA

(foto: Coda e Strefezza – ph Coribello/SalentoSport)