[ESCLUSIVA SS] L’INTERVISTA – Walter Monaco: “Lecce, Gallipoli, Nardò ed un sogno…”

Ogni lunedì alle sette di mattina in ogni parte d’Italia iniziano le chiacchiere sportive. Nei bar, negli uffici, a scuola e in ogni dove tutti gli italiani sono giornalisti sportivi e commentano a loro modo gli avvenimenti sportivi del weekeend. Noi oggi, anche se è ormai martedì, facciamo il punto dei campionati con un grande sportivo, Walter Monaco, ex numero dieci alla Maradona ed ora allenatore di giovani talenti.

Walter, dopo la bella cavalcata con gli allievi nazionali del Lecce (vittoria in campionato e nei playoff, titolo nazionale sfumato in semifinale) come mai si è interrotto il tuo rapporto con la società dei Tesoro?

“Purtroppo anche i grandi amori finiscono, la società ha voluto cambiare la conduzione tecnica della Juniores e degli Allievi per dare inizio a un nuovo corso nel settore giovanile. Personalmente ho vissuto un’esperienza unica, sono orgoglioso del lavoro fatto con i miei ragazzi, mi hanno regalato emozioni e gioie indescrivibili”.

Il Lecce, dopo la sconfitta di Roma, sta tornando a correre, senza entusiasmare i suoi tifosi, quali solo i limiti della squadra di Lerda?

“Secondo me questa squadra non ha nessun limite, in questo avvio di campionato i punti raccolti sono sette, nello scorso campionato erano zero. Sono certo che il Via del Mare sarà un fortino inespugnabile, le difficoltà maggiori saranno in trasferta, quando arriveranno le vittorie esterne i salentini non avranno rivali per la promozione in serie B. Miccoli nella mezz’ora di Matera e contro la Reggina ha dimostrato di essere il valore aggiunto di questa squadra, quando entreranno in forma anche Moscardelli e Della Rocca per gli avversari sarà notte fonda”.

In serie D il piccolo Gallipoli vola, la corazzata Brindisi arranca, la panchina di Chiricallo rischia già di saltare. Qual è il segreto dei giallorossi e l’eterno insuccesso dei brindisini?

“Vorrei lodare il lavoro di Sergio Volturo, che in pochi mesi ha costruito, insieme agli sforzi della società, una squadra solida, ordinata e tatticamente perfetta. L’umiltà e il saper valorizzare il materiale umano a disposizione sono gli ingredienti essenziali di questo primo posto giallorosso. Purtroppo la piazza di Brindisi è molto esigente, e l’aver dichiarato a chiare lettere di voler ambire alla Lega Pro non sta facilitando il lavoro di Chiricallo. In questa categoria servono giocatori disposti al sacrificio, che sappiano aiutare la squadra dal primo all’ultimo minuto, non primedonne che hanno bisogno di tempo per ambientarsi in serie D. Ieri sul tre a zero, la squadra brindisina si è addormentata e ha permesso ai giovani del Grottaglie di agguantare un pareggio inaspettato”.

In Eccellenza la Vigor Trani vola in testa, il Novoli batte la Virtus Francavilla e il Nardò pareggia a Casarano. Chi farà il salto di categoria?

“Per capire quali saranno i veri valori in campo bisogna aspettare ancora qualche giornata di campionato. Le strafavorite sono Virtus Francavilla e Nardò, il lavoro di Trinchera e di Corallo è stato superlativo. Calabro e Mosca hanno a disposizione due Mercedes, hanno il dovere morale di provare a vincere questo campionato. A Nardò ho lasciato un pezzo di cuore, spero un giorno di tornare a calcare il prato del Giovanni Paolo II come allenatore, i tifosi e la piazza neretina meritano altre categorie, il mio sogno è quello di vedere il Toro in Lega Pro”.

Quali sono i progetti di Monaco in questa nuova stagione calcistica?

“In questo momento sto allenando nella scuola calcio di Fabrizio Miccoli, ma sono pronto a rimettermi in gioco in qualsiasi categoria sposando un progetto serio e ambizioso, partendo dalla valorizzazione del settore giovanile, che è stato sempre il mio tallone d’Achille nella carriera di allenatore”.

Marco TARSI
Nato a Copertino 39 anni fa , laureato in economia e gestione delle attività turistiche e culturali, giornalista pubblicista dal 2014, redattore di Salento Sport, collaboratore della Gazzetta del Mezzogiorno e di Radio system network. Alla passione sportiva unisce quella instancabile di educatore scout nel gruppo Copertino 97!!

Articoli Correlati