Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Pareggite Lecce anche con l’Alessandria, Pacilli risponde a Marras. Tutto ancora aperto

Quinta gara e quinto pareggio per il Lecce targato Roberto Rizzo, bloccato sull’1-1 dall’Alessandria nell’andata dei quarti di finale playoff. I giallorossi, pur avendo il pallino del gioco in mano per tre quarti del match, non riescono a produrre come altre volte, andando anzi sotto e trovandosi costretti a rimontare per poi agguantare un punteggio che lascia comunque tutto aperto. Per Lepore e compagni ora servirà uscire indenni dal Moccagatta, magari con una vittoria che possa evitare supplementari o rigori.

Nel primo tempo il Lecce parte bene e prova a spingere facendo leva sul gran tifo del Via del Mare e cercando di impensierire un’Alessandria comunque accorta e ben messa in campo. Dopo due minuti i giallorossi costruiscono una bella azione e vanno vicini al vantaggio con Doumbia, che sfrutta solo parzialmente il lavoro e l’apertura di Caturano ritagliandosi lo spazio per la conclusione mancina ma non trovando la porta da buona posizione. Dopo lo spavento iniziale, i grigi provano a farsi più aggressivi e aumentano il proprio raggio d’azione. Al 13′ prima trama alessandrina con Gonzalez che si libera sulla sinistra e crossa per Marras, il cui destro al volo è potente, bello da vedere, e allo stesso tempo impreciso. Cinque minuti più tardi una splendida rovesciata di Pacilli sorprende Vannucchi, senza riuscire a trovare la porta. I giallorossi giocano bene e pressano gli avversari, sbagliando spesso il passaggio decisivo. Al 24′ altra trama perfetta dell’undici di casa con Pacilli che libera al tiro Costa Ferreira; la conclusione incrociata del portoghese è alta e si perde sul fondo. Al ventisettesimo punizione per il Lecce, Pacilli mette sulla testa di Cosenza che non riesce a indirizzare bene e sfiora soltanto il palo. Passa un minuto e Ciancio arriva al limite dell’area piccola a coronare una manovra offensiva coi fiocchi da parte dei giallorossi; il cross basso del terzino è perfetto, ma incredibilmente non trova nessun compagno a ribadire in rete. Dopo le tante opportunità per il Lecce, l’Alessandria passa al primo tiro in porta. E’ la mezzora, e la difesa di Rizzo non riesce a liberare sulla percussione di Gonzalez che appoggia a Bocalon, libero davanti a Perucchini; il portiere giallorosso è strepitoso, ma sulla ribattuta un solissimo Marras scaraventa in rete. Un minuto dopo, sull’onda dell’entusiasmo, gli ospiti vanno ancora al tiro con Nicco, ma il tentativo è velleitario e va lontano dai pali della porta di Perucchini. Al 41′ assist al bacio di Arrigoni per l’inserimento di Pacilli, anticipato in extremis dall’uscita di pugno di Vannucchi. Si chiude così un tempo a cui ai locali è mancato solo l’acuto in fase conclusiva.

La ripresa parte con il Lecce all’arrembaggio, vicino alla marcatura dopo due minuti con Pacilli che, liberato dal cross di Ciancio, viene anticipato in extremis da Manfrin. Al 4′ tentativo di Nicco dalla sinistra: la conclusione da posizione favorevole è abbondantemente sul fondo. Al minuto otto, i giallorosso trovano il meritato pari: il corner di Lepore, causato dalla respinta di Vannucchi sul potente sinistro dal limite di Costa Ferreira, scatena un batti e ribatti nell’area piemontese, con la palla che arriva sul destro del liberissimo Pacilli, freddo nell’insaccare con un destro rasoterra. L’Alessandria tenta subito una pronta reazione con il destro al volo da fuori, centrale e bloccato da Perucchini. Al 19′ la combinazione al limite Doumbia-Pacilli libera al tiro l’attaccante aquilano, che di prima intenzione dal limite non inquadra la porta. A metà secondo tempo i padroni di casa fanno la partita schiacciando gli avversari che si limitano a difendere, ma lo fanno bene ed evitano pericoli per la porta di Vannucchi. Tale andazzo si protrae fino al termine del match: i ragazzi di Rizzo pressano ma senza esito, e alla fine si devono accontentare del pareggio.

Domenica prossima, alle ore 18, è in programma il ritorno al Moccagatta di Alessandria.

QUI IL TABELLINO DI LECCE-ALESSANDRIA