Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Armellino-gol, Paganese battuta. Trionfo Lecce, è promozione in Serie B!

Dopo novanta minuti combattuti ma dominati come grandissima parte della stagione, il Lecce batte la Paganese e si guadagna i tre punti più importanti di tutti, quelli che valgono il salto in Serie B. Una vittoria di misura firmata Armellino, ma che avrebbe potuto avere entità ben più ampie alla luce di quanto visto in campo. Ciò che conta è comunque l’esito, quello sognato dai tanti tifosi che hanno colorato uno stadio da Serie A: la promozione.

Il primo tempo prende con il Lecce logicamente in volo sulle ali dell’entusiasmo, spinto dai propri tifosi all’attacco della porta della Paganese. Nemmeno tre minuti e Gomis è già chiamato agli straordinari andando a togliere dal sette il colpo di testa di Cosenza arrivato sugli sviluppi di una punizione calciata da Arrigoni; sulla respinta Di Piazza mette in mezzo per Marino, che svirgola di destro dall’altezza del calcio di rigore. Al sesto cross di Legittimo per l’incornata di Saraniti, al lato di un paio di metri. Al 12′ alleggerimento campano culminato nel tiro di controbalzo di Cesaretti alto abbondantemente, complice una deviazione. La pressione dei salentini aumenta, e viene premiata al diciassettesimo: corner di Arrigoni per la testa di Armellino che, appostato sul primo palo, infila imparabilmente Gomis. Al 21′ ottima combinazione nello stretto Mancosu-Di Piazza, tiro dell’ex Foggia fuori nettamente. Nella fase centrale della prima frazione i ritmi calano, con il Lecce in totale controllo del pallone. Al 43′ fiammata giallorossa targata Armellino, la cui verticalizzazione è raccolta da Di Piazza che trova un grande Gomis a deviare in angolo. Un minuto dopo Mancosu prova a sfruttare l’errore in disimpegno della difesa azzurrostellata, raccogliendo il pallone a porta sguarnita dai venti metri ma non riuscendo a trovare il gol accelerando troppo la conclusione, che imprecisa si spegne al lato. Al 46′ tentativo di eurogol di Cesaretti, che si produce in un pallonetto dalla distanza finito fuori senza creare brividi a Perucchini. Termina dopo due minuti di recupero un primo tempo a forti tinte giallorosse.

Ripresa al via con il Lecce in avanti, e al tiro dopo cento secondi con Armellino di sinistro dal vertice alto dell’area di rigore: Gomis blocca in due tempi. Al quarantanovesimo Saraniti si invola sulla destra e mette in mezzo dove arriva Costa Ferreira, che rasoterra calcia a botta sicura trovando la respinta bassa di Gomis, salvatosi con il piede di richiamo. Al sessantesimo Saraniti vanifica la gran palla di Costa Ferreira, calciando male a giro e trovando la schiena di Legittimo. Al 74′ Marino colpisce di testa da corner e, a Gomis battuto, Tazza salva sulla linea. Un minuto dopo Mancosu lancia Di Piazza solo davanti al portiere paganese, ancora strepitoso a opporsi palla a terra. Settantasettesimo minuto, trivela di Cosenza che trova libero Di Piazza sul secondo palo, ma la girata volante del bomber è bloccata dal solito Gomis. Portiere ospite che si ripete due minuti più tardi, deviando in bello stile il destro a giro di Di Piazza. I giallorossi non trovano il bis, ma controllano agevolmente il finale di gara e portano a casa la vittoria più importante, quella che vale la Serie B.

Nel prossimo turno, l’ultimo del campionato, il Lecce giocherà sul campo del Monopoli, domenica alle 14.30.

IL TABELLINO DI LECCE-PAGANESE