MINERVINO – Caroppo e il quarto posto: “Blindarlo per assicurarci i playoff. Questa squadra se lo merita”

Giovanni Caroppo

Foto: Giovanni Caroppo

Grazie alla vittoria per 1-0 nello scontro diretto con il Copertino secondo in classifica, il Minervino di Gianni Mugo è riuscito a scavalcare l’Ugento e portarsi al quarto posto in solitaria ad una giornata dal termine della regular season nel girone C di Prima Categoria. Tra i protagonisti del match c’è stato sicuramente uno dei titolarissimi dell’undici biancazzurro, il minervinese doc Giovanni Caroppo. Dell’importante successo e del campionato svolto fino ad oggi, il difensore classe ’94 ha parlato ai nostri microfoni.

Venivate da un buon periodo, ma la vittoria sul Copertino ha dato un ulteriore slancio al vostro campionato. Che partita è stata e come giudichi la tua prova?

“Da parte nostra, è stata una gara sofferta e giocata a viso aperto contro una grandissima squadra, costruita per ben altri obiettivi rispetto a quelli che ci eravamo preposti noi ad inizio stagione. Ci tenevamo a fare buona figura davanti ai nostri tifosi e ci siamo riusciti, grazie al gol del nostro attaccante Stefano Morello e per merito di una prestazione super di tutta la squadra, compresa la linea difensiva che si è ben comportata. Riguardo la mia prova, sono contento di aver fatto una prestazione positiva, e lo stesso si può dire dei miei compagni di reparto Resta, Daniele Morello e Pischedda, senza dimenticare l’ottimo lavoro di squadra svolto da tutti gli altri compagni”.

Sei soddisfatto anche di quella che è stata, fino ad oggi, la tua stagione? A quale giocatore ti ispiri?

“Direi di sì, posso reputarmi soddisfatto del mio campionato a livello personale, anche se c’è sempre da migliorare. Per me che sono minervinese doc è un’emozione e un onore in più vestire il biancazzurro e avere l’opportunità di dare tutto per quella maglia, mettendomi a disposizione dei compagni più esperti che mi stanno insegnando tantissimo. Siamo un grande gruppo unito che rema in un’unica direzione e questo, oltre ad essere il nostro punto di forza, è merito soprattutto del nostro preparatissimo mister Mugo. Come calciatore, invece, il mio idolo è stato sempre Alessandro Nesta, mentre tra i calciatori tutt’ora in attività mi piacciono molto Gonzalo Rodriguez e Raùl Albiol”.

Al termine del campionato manca una sola giornata. Credete nel raggiungimento dei playoff?

“Fino ad oggi abbiamo disputato un ottimo campionato e siamo virtualmente nei playoff, così come grandi squadre come il già citato Copertino ed il Porto Cesareo. Ovviamente per conquistare un piazzamento così prestigioso dobbiamo fare risultato a Sogliano, su un campo difficile e con una squadra che farà di tutto e per salvarsi. Non sarà facile, ma noi scenderemo in campo uniti come sempre con l’obiettivo di blindare la quarta piazza, regalando un’altra meritata soddisfazione importante alla società ed ai nostri tifosi”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati