Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TARANTO vs V. FRANCAVILLA C. – La Virtus cerca il colpo grosso, Esposito firma il pari rossoblù sul gong

S’inceppa ancora la rincorsa del Taranto che dopo il passo falso di Bisceglie, impatta per uno a uno nella sfida dello “Iacovone” contro la Virtus Francavilla. Gara dominata dagli uomini di Cazzarò, troppo imprecisi peró sotto porta nei primi quarantacinque minuti, e puniti puntualmente da una goffa autorete di Lecce, nell’unica sortita offensiva ordita dagli ospiti nell’intera ripresa. Il rosso a Liberio (doppio giallo) spegne definitivamente i motori della squadra di Calabro, che si difende per oltre mezz’ora con le unghie e con i denti, cullando il “pensiero stupendo” di sbancare l’impianto del quartiere Salinella. Speranza vana. Merito di Esposito che al 50′ s’inventa la volée che vale l’uno a uno e che, pur salvando l’onore, lascia lo stesso l’amaro in bocca per una partita che ai punti avrebbe un unico vincitore.

PRIMO TEMPO – Consueto 3-4-3 per Cazzarò, che tra i pali lancia Pardo, mentre dietro conferma in blocco il trio composto da Pambianchi, D’Angelo e Lecce. Non varia nulla nemmeno in mediana con Guardiglio e Verdone a completare la linea a quattro poggiata su Marsili e Chiavazzo, e in avanti dove Improta e Russo vengono schierati a sostegno di Beppe Genchi. Proprio il bomber barese al 4′ sfiora il vantaggio, con Albertazzi costretto a deviare la sassata in angolo. Il pallino del gioco resta ben saldo nelle mani dei padroni di casa che prima al sedicesimo con un diagonale di Russo, e poi al 23′ con un colpo di testa di poco al lato mettono i brividi alla retroguardia brindisina. Il Francavilla non decolla e a causa delle dimensioni del rettangolo verde, fatica a macinare gioco, affidandosi per di più a sfuriate degli avanti Masini e Montaldi. Al 26′ ancora Taranto sugli scudi con Russo che ci prova di destro lambendo il montante. In chiusura di frazione si vedono i biancazzurri, con Montaldi che innesca Risolo il cui tentativo viene deviato da Pardo in angolo.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Cazzarò cambia gettando nella mischia Alvino in luogo di uno spento Improta. Pronti via, ed il Francavilla passa. Pregevole combinazione Montaldi – Masini, traversone insidioso dell’ex Ischia, corretto incredibilmente in rete da Lecce, che nel tentativo di spazzare porta avanti gli ospiti. Genchi e soci reagiscono subito al colpo rendendosi pericolosi già al settimo con un bolide di Guardiglio, che incrocia dalla distanza ma mette alto sulla trasversale. La pressione jonica mette alle corde la compagine biancazzurra che dopo undici minuti resta in dieci a causa del rosso comminato per doppia ammonizione a Liberio. Pronte le mosse di Cazzarò che in vantaggio numerico cala l’artiglieria pesante facendo entrare Esposito e Voltasio rispettivamente per Chiavazzo e Lecce. Al 20′ urla di gioia lo “Iacovone” perché Genchi sfruttando una corta respinta di Albertazzi, propiziata da un diagonale di Russo, insacca da dentro l’area piccola. Tutto vano. La bandierina del collaboratore sventola e il gol viene annullato.

Al 24′ ci prova Russo, senza centrare il bersaglio mentre due minuti dopo tocca ancora a Guardiglio saggiare i riflessi di Albertazzi che blocca agevolmente il tentativo dell’ex Napoli. In campo resta solo il Taranto che complice la superiorità numerica mette alle corde la pur ordinata difesa brindisina. Al 34′ traversone di Verdone, svetta Genchi che spedisce fuori d’un soffio. Due giri di lancette più tardi il direttore di gara giudica regolare una spinta in area di De Toma ai danni di Genchi proteso al tiro. L’assedio prosegue, ed al 47′ Albertazzi si supera su un tentativo a botta sicura di Guardiglio, alzando in corner. Appuntamento con il gol solo rimandato di una manciata di minuti. Siamo al 50′ infatti, quando sugli sviluppi dell’ennesimo cross di Verdone, Esposito trova la coordinazione per battere a volo Albertazzi con un fendente che si spegne sotto al sette.


TARANTO – VIRTUS FRANCAVILLA 1-1
Reti:
1’st autogol Lecce (T), 50’st Esposito (T)

TARANTO (3-4-3): Pardo; Lecce (14′ s.t. Voltasio), D’Angelo, Pambianchi; Guardiglio, Marsili, Chiavazzo (13′ s.t. Esposito), Verdone; Russo, Genchi, Improta (1′ s.t. Alvino). A disposizione: Perelli, Manganelli, Cimino, Fonzino, Bonanno, Gori. All. Cazzarò.

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi; Bartoli, Taurino, Vetrugno; Liberio, Biason (30′ s.t. Rescio), Ciarcià, Risolo, Gallù; Masini (21′ s.t. De Toma), Montaldi. A disposizione: Iurlo, Galdean, Krasniqi, De Stradis, De Giorgi, Villa. All. Calabro.
Arbitro: Pashuku di Albano Laziale (ass.ti : Montuori – D’Arco )
Note – Ammoniti: Lecce, Pambianchi per il Taranto; Liberio, Biason, Ciarcià, Villa per il Francavilla. Espulso: 39′ p.t. Padovano (all. 2^ Taranto) per proteste; 11′ s.t. Liberio (F) per simulazione; Taurino (F) e Esposito (T) per reciproche scorrettezze nel dopo gara. Spettatori: 2.800 (900 ospiti)

Show CommentsClose Comments

Leave a comment