TARANTO – Sostegno: “Il CdA ha deciso di cedere le quote societarie ai Campitiello”

Manca davvero poco alla conclusione della trattativa che dovrebbe sancire il matrimonio tra i fratelli Campitiello e il Taranto. Nella mattinata odierna infatti si è tenuto l’annunciato CdA al quale hanno partecipato Fabrizio Nardoni, Mario Petrelli e Armando Casciaro quale rappresentante della Fondazione Taras in seno al consiglio. L’incontro, utile per sciogliere gli ultimi dubbi inerenti all’operazione ormai in essere da circa un mese, ha di fatto reso ufficiale la volontà  di cedere il 98% del pacchetto societario della stessa società  ai Fratelli Campitiello, già  proprietari del gruppo Jomi Spa.

A confermare le indiscrezioni già  trapelate nella prima mattinata ci ha pensato Gianluca Sostegno, membro di riferimento della Fondazione che durante la conferenza stampa convocata per provare a distendere un ambiente abbastanza incattivito dalle ultime vicissitudini, ha così dichiarato: “Il nostro consigliere Casciaro mi ha appena informato della decisione del consiglio di amministrazione di cedere le quote societarie ai fratelli Campitiello. Come Fondazione Taras siamo contenti della decisione presa perchè siamo convinti che il futuro del calcio a Taranto sia garantito. Sarebbe ingeneroso però non rendere merito alla società  uscente che ha permesso al calcio jonico di rinascere in un momento di grossa difficoltà . Nei prossimi giorni (tra lunedì e martedì, ndr) ci recheremo a Pagani – ha poi chiarito Sostegno –, così da definire presso lo studio notarile indicato dagli acquirenti le operazioni necessarie al passaggio di consegne, in maniera tale da consentire ai Campitiello di verificare, nelle modalità  già  rese note lo stato economico del club”.

Appuntamento in Campania quindi, dove oltre compiere gli ultimi passaggi necessari al positivo esito della trattativa, sarà  necessario ratificare il tutto in tempi relativamente brevi. Termine ultimo per concludere, come già  fissato in precedenza martedì 22 luglio. Il futuro del Taranto comincia a diventare man mano più chiaro.

Articoli Correlati